/ Politica

Politica | 17 novembre 2011, 14:44

Il MoVimento 5 Stelle chiede un confronto con la Provincia sulla strada di accesso al futuro ospedale di Verduno

Giordano e Biolè: "Saremo accanto agli abitanti di Toetto che non ci stanno a vedersi imposta una nuova arteria ocn la quale dovranno convivere"

Il costruendo ospedale di Verduno

Il costruendo ospedale di Verduno

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Come è ormai risaputo,  è in previsione la costruzione della strada di accesso al nuovo Ospedale di Verduno, che sta portando con sé una serie di giustificate rimostranze da parte degli abitanti della zona Toetto (frazione di Roddi d’Alba), direttamente interessati, e di alcuni cittadini responsabili che non accettano di buon grado le decisioni imposte dall’alto senza consultazioni o senza proposte alternative.

Interpellare le comunità direttamente interessate dalla realizzazione di grandi opere è, oltre che segno di buona educazione e di buon senso, un’espressione di evoluta democrazia diretta.

Inoltre, in considerazione della convivenza forzata a cui saranno sottoposti le persone ivi residenti, riteniamo un atto dovuto la loro consultazione soprattutto nella progettazione delle infrastrutture e non limitarsi ad informare i cittadini a decisioni prese o, addirittura, ad inizio lavori.

E’ ormai prassi per i politici che presiedono le Istituzioni ricordarsi di noi elettori solo nei mesi precedenti le elezioni.

Espressioni come “democrazia partecipata” o “democrazia diretta” fanno parte di quei termini che i politici e gli amministratori del pubblico interesse vorrebbero bandire dal nostro vocabolario, forse per non vedere minato il proprio mondo di privilegi.

Tutto ciò, unitamente ad anni di latitanza dei cittadini, abituati a delegare una sedicente classe politica, hanno fatto sì che ogni qual volta si cerchi di alzare la testa e si chieda che le Istituzioni operino per il bene di tutti i cittadini e non solo per il bene di pochi “investitori”, presentando, tra l’altro, proposte alternative, si viene marchiati come contestatori.

Non è così. Non si è contestatori.

La gente chiede solo di partecipare alle decisioni che la toccano direttamente.

Quindi, come MoVimento Cinque Stelle, ribadiamo il nostro incondizionato appoggio a questo gruppo di cittadini che cerca di vedere chiaro nella progettazione e nella realizzazione di una strada con cui dovranno convivere per il resto della loro vita e pretendiamo che tutto sia previsto per la salvaguardia del nostro ambiente, del nostro paesaggio e per la preservazione della qualità di vita che da sempre contraddistingue le nostre zone.

Gli abitanti del Toetto, Il MoVimento Cinque Stelle e tutti i cittadini interessati non vogliono certo sostituirsi ai tecnici che la Provincia ha incaricato, ma chiedono semplicemente un confronto aperto per trovare una soluzione frutto di compromessi o meno, tenendo conto in ogni caso dei costi sinora stimati  per l’accesso al nuovo Ospedale  di Verduno (lievitati da 3 a 15 milioni di Euro).

E, soprattutto, chiedono agli amministratori locali un appoggio ed una posizione netta che sinora non hanno ottenuto, visto e considerato che le aree in cui è prevista la costruzione della strada sono il biglietto da visita per chi si accinge a visitare Alba e Langhe, le poche ancora vergini da capannoni.

Paolo Giordano, MoVimento Cinque Stelle Alba

Fabrizio Biolè, Consigliere Regionale MoVimento Cinque Stelle

 

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium