/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | 13 dicembre 2011, 15:29

La Federazione Erboristi Italiani - Confcommercio appoggia la decisione del sindaco di Alba

Una nota del Coordinamento Nazionale Studenti e Laureati in Tecniche Erboristiche fa chiarezza sulle regole che disciplinano il corretto lavoro in erboristeria

La Federazione Erboristi Italiani - Confcommercio appoggia la decisione del sindaco di Alba

Gentile direttore,

siamo i Coordinatori del Conels "Coordinamento Nazionale Erboristi Laureati e Studenti", organo interno alla FEI - Federazione Erboristi Italiani - Confcommercio. Abbiamo letto con interesse l'articolo "L'erboristeria non ha personale competente: chiusa con un'ordinanza del sindaco di Alba"pubblicato venerdi 9 dicembre sul quotidiano on line da lei diretto. Sempre più spesso si verificano in questo settore, veri e propri abusi di professione, che determinano un sicuro danno per il consumatore che non trova una controparte professionalmente qualificata. La decisione del sindaco trova il nostro totale appoggio, in quanto, da erboristi laureati riteniamo sia giusto che a gestire un'erboristeria sia personale qualificato e competente, come del resto prevede la legge vigente. La liberalizzazione delle attività commerciali avvenuta con la legge Bersani n.114 del 1998 non ha infatti modificato le norme speciali che regolavano determinate licenze commerciali che necessitavano di specifici titoli tecnici in aggiunta a quelle dalle norme sul commercio, quelle che prima della riforma erano inserite nelle “Arti ausiliarie sanitarie”. Per l’esercizio commerciale definito Erboristeria è quindi necessario, oggi come ieri, personale munito del Diploma di Erboristache abilita alla manipolazione, trasformazione e vendita di piante officinali (cioè medicinali edaromatiche) e derivati.

Il sindaco di Alba ha quindi applicato in modo ineccepibile la legge vigentet utelando in questo modo i consumatori che verrebbero tratti in inganno da un’attività commerciale definita, nell’insegna di esercizio, Erboristeria senza la presenza di un Erborista titolato. Cogliamo l’occasione, inoltre, per informarla, chiedendole cortesemente di diffondere, attraverso la testata dal Lei diretta la notizia che attualmente le Università, le uniche autorizzate ad attivare i corsi che rilasciano il titolo abilitante alla professione di Erborista, hanno attivato dal 2001, il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Erboristiche, naturale evoluzione del Corso di Diploma precedente. In questo momento Erboristi diplomati e laureati garantiscono insieme in Italia che la professione sia svolta nel modo previsto dalla legge, con la preparazione tecnico-scientifica necessaria affinché il cittadino possa trovare in erboristeria il referente specializzato sulle piante officinali. Il nostro auspicio è che anche altri Sindaci si allineino, alla posizione del Sindaco di Alba contribuendo così al rispetto delle normative vigenti ed alla tutela della salute della popolazione.

In attesa di un gradito riscontro alla presente, si inviano cordiali saluti.

I coordinatori del CONELS – FEI

Agnese Nardi Patrizia Lamberti Stefania Puglisi

Carla Avveniente Fabio Mengucci Elena Radici

Presidenza FEI – Confcommercio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium