/ Cronaca

Affari & Annunci

Quadri con cornici eseguite artigianalmente, n. 2 con paesaggio e uno con fiori cm 57 x 46,5. - Vendo a € 35,00 cadauno (in blocco € 90,00). - Si garantisce l`ottimo stato di...

Servizio da caffè d`epoca con motivi floreali composto da n. 6 tazzine con piattino, una zuccheriera, una brocca per il latte, una teiera e un tazzone con piattino. - Vendo a €...

Quadri della guerra con cornici eseguite artigianalmente cm. 46 x 29,5 - Vendo a € 30,00 cadauna (in blocco € 200,00 + una in omaggio). - Si garantisce l`ottimo stato di...

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | sabato 23 giugno 2012, 11:30

Benevagienna, scoperta una nuova discarica abusiva di rifiuti speciali e pericolosi

Nuova importante operazione dei Carabinieri della Compagnia di Fossano in materia di tutela dell’ambiente

Immagine di repertorio

Nuova importante operazione dei Carabinieri della Compagnia di Fossano in materia di tutela dell’ambiente che hanno individuato nel Comune di Benevagienna  una nuova discarica abusiva in cui vi erano ammassate un consistente quantitativo di rifiuti speciali e pericolosi ammassati.

A scoprirla sono stati i Carabinieri di Benevagienna che l’altro ieri, nell’ambito dell’abituale monitoraggio del territorio finalizzato alla verifica di eventuali reati ambientali hanno individuato nelle Campagne di Benevagienna, in frazione Buretto un’area di 2000 metri quadrati, attigua ad una cascina, peraltro abitata, in cui vi erano stati depositati nel tempo un ingente quantitativo di rifiuti speciali e pericolosi. Infatti nascosti tra gli arbusti e la vegetazione i Carabinieri hanno trovato alcuni attrezzi agricoli e 5 rimorchi, vari elettrodomestici (frigoriferi, televisioni computer ecc )  componenti auto, e molti bidoni contenenti pericolosi residui di olio combustibile esausto e ingente quantità di pneumatici usati.  Sempre sul terreno sono anche stati trovati cumuli di materiale di risulta verosimilmente proveniente da ristrutturazioni edilizie.

L’area agricola che è tra l’altro vicina ad altri campi coltivati è risultata essere di proprietà di un contadino di Benevagienna, abitante nell’attigua cascina ed è stata posta sotto sequestro. Quest’ultimo, è stato quindi all’Autorità Giudiziaria per raccolta ed abbandono di rifiuti pericolosi e dovrà bonificare l’area interessata a sue spese in quanto la legge prevede che i colpevoli dell’abbandono dei rifiuti sono tenuti a procedere alla rimozione, ed allo smaltimento dei rifiuti per il ripristino dei luoghi.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore