Al Direttore | domenica 20 aprile 2014 23:32

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Ricerca

Al Direttore | venerdì 29 giugno 2012, 11:28

Un senso di disagio addosso per le tante lettere indignate sulla morte del cavallo

Condividi |  

Un lettore si tira fuori dal coro di proteste contro l'utilizzo degli animali al Palio di Fossano

Egregio Direttore,

pur nel rispetto delle opinioni di tutti ed in particolare di tutte le persone che sono rimaste indignate dalla morte della cavalla durante il palio di Fossano, la cosa mi lascia un senso di disagio addosso. Nell'ultimo anno, a memoria e purtroppo sono sicuramente in difetto, sono morti 4 atleti in diverse discipline: Piermario Morosini, Veronica Gomez, Alexander Dale Oen, Vigor Bovolenta. Tutti atleti, tutti controllati, sottoposti a visite mediche, in salute etc.

Anche in questo caso si è sottoposti a stress, stanchezza, si gioca magari con infiltrazioni per non sentire il dolore, al limite per raggiungere il traguardo che può essere la vittoria di una medaglia o semplicemente per il piacere di superarsi. Con un'unica differenza, SONO ESSERI UMANI!

Consiglio vivamente a tutti i sottoscrittori di lettere indignate al sindaco di Fossano o al Direttore di questa testata di andare a cercare su youtube le parole che ha detto Federica Lisi, la moglie di Bovolenta, ai funerali di suo marito, forse così capirete il mio disagio, e magari impariamo tutti insieme a dare il giusto peso alle cose.

Cordiali saluti

Davide Poetto

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore