Eventi | mercoledì 27 agosto 2014 22:57

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Ricerca

Eventi | domenica 15 luglio 2012, 16:15

Evelina Christillin “Olimpico sorriso” e “12 canti per 12 lingue”

Condividi |  

Al Castello del Roccolo il 22 luglio nell’ambito della Rassegna “Il Roccolo della Letteratura e della Musica

Il Castello del Roccolo di Busca accoglierà domenica 22 luglio  aller ore 17, per il terzo appuntamento della Rassegna “Il Roccolo della Letteratura e della Musica” Evelina Christillin che colloquierà con Valter Giuliano, direttore di Alp in merito al libro “Olimpico sorriso” della Collana “Sempre più in alto” di Vivalda Editori.

Il suo sorriso radioso è stato l’icona della vittoria di Torino alla candidatura delle Olimpiadi invernali del 2006. Orgogliosamente walser, la minoranza linguistica della valli attorno al Monte Rosa, la regina delle Olimpiadi nutre, da sempre, un affetto speciale per le sue origini valdostane, per il Monte Rosa, per le Dolomiti e per le montagne in genere Nell’incontro racconterà la sua passione per le alte quote e per lo sci: l’esordio nella nazionale giovanile di sci alpino, al tempo della Valanga azzurra: le sciate in compagnia dell’Avvocato Agnelli prima delle partite dell’amata Juve; gli impegni che l’hanno prima proiettata ai vertici dello sport nazionale, poi a quelli dello spettacolo e della cultura.

Passano così in rassegna i momenti più significativi dell’esaltante vicenda olimpica, dal primo annuncio di Seul, ai retroscena della complicata organizzazione, alle emozioni delle cerimonie ufficiali. Un pezzo di storia della montagna che ha cambiato il volto di Torino.

Alle ore 19 è il momento dell’aperi-cena sulla bella terrazza del Roccolo, adatto  per stare in compagnia e gustare i prodotti delle Valli Occitane.

Alle ore 21 “in prima” per la Provincia di Cuneo viene proposto  lo spettacolo “!2 canti per 12 lingue”, un canto per ogni lingua di minoranza linguistica storica d’Italia. E’ uno spettacolo che è stato promosso  dalla Provincia di Torino in occasione del 150 Anniversario dell’Unità d’Italia. Ogni canto è accompagnato da un viaggio geografico nei luoghi dove vengono parlate le diverse lingue e da una narrazione di Dario Anghilante che situa storicamente la minoranza all’epoca dell’Unità d’Italia.

La bravissima interprete Paola Bertello, accompagnata da Luca Pellegrino, Marzia, Rey e Giacchero Flavio farà ascoltare canti  delle varie tradizioni di vecchia e nuova composizione perfettamente pronunciati e interpretati: Mandulli in albanese, La Flor in catalano, D’Walser in germanico, Kalinifta in greco, Oj triglav moj dom in sloveno, Divojka rodna in croato, Complante d’un prisonier a l’hirondelle in francese, Lhi sonalhè in francoprovenzale, Un soldatin in friulano, La cianzon de val de Fasha in ladino, E viva Galibardi! in occitano.Non potho reposare in sardo.

In caso di cattivo tempo la manifestazione si svolgerà egualmente nei locali al chiuso del Castello.

c.s.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore