Cronaca | sabato 25 ottobre 2014 12:10

Cronaca | giovedì 19 luglio 2012, 16:30

Ergastolo per Abdelilah Mabrak al processo di Fatima, la giovane uccisa a Dronero

Condividi |  

L'avvocato della difesa Alessandro Ferrero ricorrerà in appello. Assenti in aula i parenti della ragazza

Ergastolo più sei mesi di isolamento diurno e riconosciute tutte le aggravanti con interdizione perpetua dai pubblici uffici. Questa la sentenza emessa nei confronti di Abdelilah Mabrak al processo di Fatima, sentenza che presto sarà pubblicata ufficialmente. La provvisionale immediatamente esecutiva per le parti civili (madre e fratelli di Fatima) ammonta a 100mila euro, a Vercellone arriva a 10mila.

Il PM ha detto che sono state accolte tutte le richiste della pubblica accusa, che il processo è stato equo, mentre grande è stato l'impegno nelle indagini. Infine sempre il PM ha ringraziato in particolar modo il preparto oprativo dei carabinieri di Cuneo ed ha puntualizzato che fino all'ultimo non è stato escluso nulla.

Per la parte civile ossia Vercellone (che in aula non è mai comparso), l'avvocato Miriam Kahsai si è detta soddisfatta perché è stata fatta piena luce sull'innnocenza del suo cliente che è stato riabilitato agli occhi della società.

L'avvocato della difesa Alessandro Ferrero ha detto che è stato accolto in toto quanto richiesto dal PM e che secondo lui la prova della rapina non c'era e che comunque ricorrerà in appello.

R.G.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore