Al Direttore | giovedì 23 ottobre 2014 19:07

Al Direttore | venerdì 20 luglio 2012, 11:05

L'assessore e il consigliere provinciale ringraziano per la processione della Madonna del Carmine a Cuneo

Condividi |  

Lettera di Stefano Isaia e Riccardo Cravero

Stefano Isaia e Riccardo Cravero

Gentile direttore,

lunedì scorso, in Contrada Mondovì, a Cuneo, si è svolta la processione della Madonna del Carmine. Per i molti cuneesi presenti – oltre 2 mila persone - si è trattato di un’opportunità per approfondire un aspetto inedito della città che travalica l’abitudine della quotidianità, attraverso una manifestazione curata nei minimi particolari. Un’esperienza piacevolmente sorprendente, sotto il profilo emozionale e di contatto pieno con la storia del capoluogo, cui ha contribuito l’impegno di molti: la banda cittadina, i membri della Confraternita e dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro in Gerusalemme, gli abiti della tradizione provenzale, la suggestione creata dalla pioggia di petali di rose dai balconi e, soprattutto, l’egregio lavoro condotto dalla Diocesi di Cuneo e da don Luca Favretto, artefice del restauro della chiesa di San Giacomo e San Sebastiano e della riscoperta della tradizione legata alla processione.

In tempo di carenza culturale e valoriale, corre l’obbligo di segnalare un bell’evento che merita di entrare di diritto tra gli appuntamenti annuali della comunità cuneese. Davvero in questo caso vale la convinzione che un futuro migliore sia possibile solo attraverso una piena conoscenza del passato: a coloro che si impegnano con passione e dedizione per valorizzare la nostra città va, pertanto, la gratitudine di istituzioni e cittadini.

L’Assessore provinciale, Stefano Isaia

Il Consigliere provinciale, Riccardo Cravero

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore