/ Attualità

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Attualità | giovedì 16 agosto 2012, 07:30

Libro su Envie: la Giunta stanzia un contributo “una tantum” di 13.000 euro

Condividi |  

A realizzare il volume sarà un gruppo di cittadini enviesi che costituiscono il circolo culturale “La torre nel parco”

La Torre di Envie (foto tratta dal sito internet del Comune)

La Giunta Comunale di Envie approvato, in linea di massima, il progetto relativo alla realizzazione di una nuova edizione del libro sulla storia e le tradizioni del paese attraverso la ricostruzione e la narrazione di fatti, aneddoti ed esperienze di vita vissuta sino ad oggi tramandate solo verbalmente con lo scopo di trasmettere ai giovani un patrimonio di conoscenza che altrimenti andrebbe perduto. Il libro guarderà con un occhio di particolare riguardo ed attenzione a tutti quei personaggi popolari che hanno caratterizzato la vita del paese o altri che si sono contraddistinti in ogni ambito e settore, contribuendo a scrivere la storia del paese ed ai quali verrà consegnato un riconoscimento personale in occasione della presentazione del libro.

A realizzare il volume sarà un gruppo di cittadini enviesi che costituiscono il circolo culturale “La torre nel parco”. La Giunta, ritenuto il progetto “meritevole di attenzione, dato atto che la valorizzazione del territorio attraverso la cultura rientra nei fini istituzionali dell’Ente”, considerato che “da anni il Comune di Envie interviene finanziariamente a favore delle associazioni o dei cittadini che organizzano manifestazioni culturali, sportive, turistiche” e che questo si tratta di “un contributo “una tantum” a sostegno, a carattere straordinario di iniziative turistiche, culturali, che tengono viva una tradizione popolare nel tempo coinvolgendo l’intero paese, richiamando anche visitatori dei paesi limitrofi” ha assegnato al Gruppo un sostanzioso contributo di 13mila euro, pari alle spese che si andranno a sostenere.

In barba, o forse no – si chiede qualcuno in paese - a quel D.L. 78/2010, che vieta ai Comuni sia la sponsorizzazione al 100% che l’erogazione di contributi, se non per fini istituzionali?”.

W.A.

Hai già scaricato
la nostra app?

Consulta l’Archivio delle notizie di TargatoCn ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore