/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2012, 17:46

Conclusi i lavori dell’area artigianale di Peveragno

Conclusi i lavori dell’area artigianale di Peveragno

Prosegue senza sosta l’attività della Cooperativa Insediamenti Produttivi di Confartigianato Cuneo, ramo operativo dell’Associazione di categoria che si occupa dell’individuazione, dell’avvio e della gestione iniziale delle aree artigianali in provincia.

A poche settimane dall’inaugurazione dell’area artigianale di Bene Vagienna, detta di “San Gottardo”, è stato da poco firmato l’atto di dismissione dell’area “Bernardina” nel comune di Peveragno.

«Abbiamo “preso in carico” la gestione dell’area a metà 2009, – spiega Dario Comba, presidente della Cooperativa Insediamenti Produttivi – e possiamo affermare che i lavori si sono svolti con una certa velocità. Se tutto è proceduto senza intoppi, un doveroso ringraziamento va all’Amministrazione Comunale ed al locale Ufficio Tecnico, con il quale si è instaurata un’ottima sinergia».

Il rilancio dell’economia ed il sostegno agli imprenditori si concretizza anche attraverso questi progetti, che, alla luce del periodo di contingenza, appaiono quanto mai importanti e strategici per il supporto del territorio.

«E proprio con questo spirito – aggiunge Comba – a breve termineremo i lavori per l’area di Canale ed entro la fine dell’anno dismetteremo totalmente l’area di Saluzzo: mancano solamente pochi lavori di finitura».

«Appare encomiabile – commenta Domenico Massimino, presidente provinciale di Confartigianato Imprese Cuneo – il lavoro svolto dalla Cooperativa Insediamenti Produttivi in questi anni. Dalla sua istituzione sono ben otto le aree realizzate su tutto il territorio provinciale, e non si tratta certo di un lavoro facile. Grazie al supporto degli uffici Confartigianto, tuttavia, la Cooperativa è riuscita nel difficile processo di coordinamento che, coinvolgendo diversi soggetti (amministrazioni comunali, proprietari, imprenditori, investitori e  banche) ha portato a questo successo».

«Lavorare bene paga, – conclude Comba – e gli imprenditori che in questi anni abbiamo aiutato a “rilocallizzarsi” sul territorio sono riusciti a sopportare meglio la crisi. Ultimamente, poi, abbiamo avuto contatti dal Comune di Saluzzo che, visto il lavoro svolto, ben vedrebbe nuovamente un nostro coinvolgimento nel progetto di ampliamento dell’attuale area».

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium