/ Eventi

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Eventi | lunedì 03 dicembre 2012, 14:49

Bruno Vallepiano ha presentato il suo ultimo giallo “La Dama Blu”, nel Castello della Banca Alpi Marittime di Carrù

Condividi |  

«Quando mi fu chiesto di lavorare su un “giallo” che fosse ambientato a Carrù e parlasse della “Dama Blu” - ha raccontato Bruno Vallepiano - era di questi giorni, un anno fa. E cominciai subito a cercare di calarmi nella realtà carrucese"

Un folto e interessato pubblico ha partecipato giovedì pomeriggio nel Castello della Banca Alpi Marittime di Carrù alla presentazione del libro “La Dama Blu”, quarto “noir” della serie del giornalista e scrittore e “primo cittadino” di Roburent, Bruno Vallepiano.

I saluti della Banca Alpi Marittime sono stati portati dal presidente Gianni Cappa: «Il Castello che ospita manifestazioni aperte al pubblico, in questa occasione da’ ospitalità alla presentazione di un libro che ha come protagonista “La Dama Blu”, un personaggio che qui visse e che è raffigurato in diversi dipinti esposti nella Sala del Consiglio. E’ un omaggio al territorio, su cui opera il nostro Istituto di Credito, che vuole offrire a tutti i propri soci-clienti la possibilità di vivere un momento culturale anche all’interno, in questa  Sala della Biblioteca, già dell’Alcova».

Dopo un intervento del sindaco di Carrù, Stefania Ieriti (presente in sala anche il sindaco di Calvesana, Luigi Gallo), la parola è passata al giornalista Raffaele Sasso, che ha presentato il nuovo giallo di Bruno Vallepiano, (il quarto, dopo “Violazione di domicilio”, “Buio in sala” e “So dove parcheggi”, sempre stampati per i tipi dell’ArabaFenice di Boves). Un giallo con la storia che si snoda fra Savona e Torino, con una serie di richiami a Carrù. Sia alla leggenda della “Dama Blu” del Castello sede della Banca Alpi Marittime, sia alla Fiera del Bue grasso, la manifestazione che ha fatto conoscere (assieme sl bollito) la cittadina in Italia e all’estero.

«Quando mi fu chiesto di lavorare su un “giallo” che fosse ambientato a Carrù e parlasse della “Dama Blu” - ha raccontato Bruno Vallepiano - era di questi giorni, un anno fa. E cominciai subito a cercare di calarmi nella realtà carrucese., per conoscere la gente, l’ambiente, la sua “Fiera del Bue grasso”. Ed ho scoperto una Carrù viva, vivibile e laboriosa, che ben si prestava alla vicenda che avevo in mente, dando più spazio ad un personaggio che aveva riscontrato particolare successo fra i lettori dei precedenti “noir” scritti».

Durante la presentazione, si sono “incastrati” anche tre momenti di lettura di altrettanti brani del libro - recitati, più che letti, da Carmelo Cinconze e Raffaella Rozio - con l’accompagnamento musicale di Marco Biariz. E l’apparizione, a sorpresa, della “Dama Blu” interpretata da Roberta. Con, in chiusura, il richiamo alla Fiera che si terrà giovedì 13 dicembre, la 102ª, momento “clou” delle manifestazioni che si svolgono a Carrù nel corso dell’anno. Infine, un brindisi ed un rinfresco con la partecipazione del pubblico e dell’autore del libro, Bruno Vallepiano.

«Il libro sulla “Dama Blu” - ha commentato Carlo Ramondetti, direttore generale della Bam - vuole essere un omaggio a Carrù ed a quanti vi vivono e vi operano, legando una storia frutto della fantasia, alla realtà locale, alla sua importanza nel settore del turismo enogastronomico, come anche al Castello sede della Banca Alpi Marittime. Una Banca che presta molta attenzione al sostegno dei soci-clienti e che in questo 2012 ha lanciato diverse iniziative rivolte alle famiglie e ad Associazioni. Come le obbligazioni etiche per permettere interventi di ristrutturazione a Case di riposo per anziani o per sostenere la ricerca per debellare una grave malattia, la Sla».

 

c.s.

Consulta l’Archivio delle notizie di TargatoCn ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore