/ Eventi

Eventi | giovedì 06 dicembre 2012, 15:10

Carles Gonzalez, l’artista spagnolo che ha contagiato la citta’ con la calligrafia, lascia Fossano

Carlos al termine del suo soggiorno ha consegnato all’Amministrazione cittadina un’opera, realizzata appositamente per la città, e dedicata al Sindaco e a Fossano, per ricordare questi due mesi di collaborazione


 

A un’analisi superficiale e approssimativa di Fossano, si direbbe che la nostra città sia un po’ chiusa in se stessa e diffidente verso l’esterno. Eppure in molte circostanze ha dimostrato il contrario, soprattutto accogliendo coloro che provenivano dall’estero per i gemellaggi, per Terra Madre o per periodi di studio nelle nostre scuole. Ultimamente ha ospitato un artista spagnolo che ha fatto della calligrafia una professione. Con sacrifici e incognite, ma anche con entusiasmo: lo stesso che ha contagiato i frequentanti del suo corso al castello, gli spettatori delle performances al museo diocesano e nella sala delle grottesche per “Oltre l’Ade”, e gli studenti della biblioteca con cui ha condiviso le ore in sala studio, elaborando alfabeti e lavori artistici.

Carles Gonzalez, Carlos per gli amici, al termine del suo soggiorno ha consegnato all’Amministrazione cittadina un’opera, realizzata appositamente per la città, e dedicata al Sindaco e a Fossano, per ricordare questi due mesi. Un periodo investito nello studio dei manoscritti antichi, nell’insegnamento della calligrafia, nella collaborazione ai nostri eventi, ma anche un’occasione per socializzare con parecchi concittadini. La generosità di tanti, esercenti di locali pubblici compresi, gli ha fatto molto piacere. Sebbene provenisse da altre esperienze all’estero, pur positive, in Irlanda e in Inghilterra, qui ha sperimentato per la prima volta un calore umano non scontato.

Una comunità che si dimostra capace di accogliere con tanta spontaneità e generosità chi decide di soggiornarvi è una città che sa aprirsi al nuovo, all’altro e al futuro, e non può che far sperare in bene. Non a caso “to Fossano, hospitable and welcoming city, with gratitude” è anche la dedica con cui il calligrafo spagnolo apre il libro che la casa editrice Co.Re ha promosso: il primo di una collana manualistica, con un’attenzione privilegiata al locale. Si tratta di “conversazioni sulla lettera batarde”, un genere di scrittura peculiare nel territorio sabaudo, molto libera e artistica, che Carlos ha analizzato sui documenti dell’archivio storico, e che propone in un manuale trilingue, corredato da tavole alfabetiche ed esempi di realizzazioni, con un’introduzione di Ewan Clayton, professore londinese di calligrafia alla Prince’s Drawing School in Kensington Palace.

Per restare in contatto con il calligrafo e seguirne il percorso artistico e professionale, basterà raggiungerlo sul suo blog www.trecalligraphy.blogspot.com o sul suo sito www.trecalligraphy.com

Nella speranza che questo sia un arrivederci e non un addio, anche i fossanesi che l’hanno conosciuto, e che sono stati contagiati dalla sua passione, lo ringraziano, soprattutto per avergli fatto scoprire il fascino della calligrafia, un’arte che sa dare alla scrittura, e dunque alla comunicazione, un valore aggiunto, quello della bellezza.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore