/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 20 dicembre 2012, 19:11

Il Natale Occitano sulla Rai, in rete e a Cuneo

Alle 9.30 di domattina su Rai2, in seconda serata di venerdì 28 dicembre su Rai1. E il 26 dicembre al Teatro Toselli

Il Natale Occitano sulla Rai, in rete e a Cuneo

In occasione del Natale la RAI dedica alcuni spazi alle tradizioni occitane. Venerdì 21 dicembre, alle ore 9,30 su Rai 2, nella trasmissione Montagne, andrà in onda il servizio di Alberto Gedda su musiche e canti che si rifanno al Medioevo e al Rinascimento con il racconto della Natività che riprende pagine dei Vangeli apocrifi, realizzato nella Parrocchiale di Sampeyre con Gabriella Brun e Rosella Pellerino. Venerdì 28 dicembre in seconda serata su Rai 1 andrà in onda una trasmissione sulle tradizioni natalizie nelle varie regioni d’Italia.

Il programma vedrà per gli occitani sempre la partecipazione di Rosella Pellerino di Espaci Occitan per le tradizioni, usanze e affreschi sulla Natività, insieme a Gabriella Brun alla ghironda nell’esecuzione di alcuni Novè.

Per chi avesse modo di essere a Cuneo mercoledì 26 dicembre, nell’ambito del tradizionale Gioco della Stella, manifestazione che si svolge ogni anno il pomeriggio di Santo Stefano, è previsto l’inserimento di una parte dedicata al Natale occitano; presso il Teatro Toselli alle ore 15.30 prima Rosella Pellerino illustrerà con Pintar Chalendas: personaggi, simboli e miracoli negli affreschi occitani della Natività, le preziose scene delle cappelle alpine in cui elementi popolari e naïf, oggetti d'uso quotidiano, piante ed animali, si fondono con rare raffigurazioni e miracoli tratti da episodi dei Vangeli Apocrifi.

Una galleria di immagini, simbologie, curiosità e mirabilia nascoste in una delle iconografie maggiormente rappresentate in tutta Europa sin dagli albori del Cristianesimo. A seguire I Gai Saber proporranno lo spettacolo multimediale “Angels, Pastres, Miracles” già rappresentato con successo nel 2011: novè della tradizione e testi di Frederic Mistral, Lele Viola, Gino Giordanengo, Barba Tòni Bodrier, Piero Raina, Masino Anghilante .

Infine, per il Natale la grande mediateca Occitanica, realizzata dal CIRDOC con partner locali quali Espaci Occitan, ha curato una vetrina speciale sulle tradizioni natalizie nelle varie regioni occitane.

Per il Piemonte il contributo è di Rosella Pellerino, e etnologi, musicisti e studiosi hanno contribuito per il settore d’oltralpe. I documenti possono essere letti, ascoltati e visionati su occitanica.eu/omeka/items/show/1828.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore