/ Eventi

Eventi | 25 maggio 2013, 12:12

EcoFutura, a Cherasco le energie producono emozione, standing ovation per una inaugurazione 10 e lode!

L’expo continua oggi e domani. Questa sera c’è lo spettacolo del Professor Ornano di Zelig

Immagine della presentazione di Cherasco Ecofutura 2013

Immagine della presentazione di Cherasco Ecofutura 2013

A Cherasco la scienza incontra l’amore. E trasforma la tecnologia in emozione condivisibile. Con questo spirito, ieri sera, si è svolta l’inaugurazione di Cherasco EcoFutura, l’expo delle energie rinnovabili e sostenibili. Una serata degna di un evento di alto livello, a carattere nazionale se non… planetario, così come è nelle intenzioni dell’organizzazione che guarda al futuro e all’ambiente con una visione d’insieme e considerando la Terra come la casa di tutti.

“Ci abbiamo messo il cuore! – spiega Giancarlo Scarzello titolare, assieme al fratello Aldo, di Gemini Project e organizzatore dell’evento, in veste, per la serata, di portavoce del Comitato Amici Volontari EcherascoEcoFutura – Vogliamo lanciare un messaggio di ottimismo perché il futuro sarà migliore del presente, basta crederci e volerlo. Vivremo nella tecnologia, nelle energie rinnovabili e soprattutto immersi nella Natura”.

Una grande ondata di energia ha quindi accesso la serata che ha visto come primi protagonisti proprio i bambini, ovvero gli adulti di domani, il futuro in carne e ossa. In un coro colorato le giovani voci hanno trasmesso messaggi di condivisione, amore e pace. Nello spazio e nel tempo. Qui e nel mondo. Il tutto sottolineato dal cinguettio della soprano Anna Delfino che ha allargato gli orizzonti prospettici con l’Inno d’Italia di Mameli e l’Inno alla Gioia di Beethoven, melodia che dal ’72 è inno europeo, esprimendo, così come EcoFutura, un ideale di sviluppo del legame di fratellanza fra gli uomini.

“Il futuro sarà un’onda potente di intelligenza, creatività e genio, alimentato dall’instancabile lavoro quotidiano delle menti più raffinate del pianeta, gli scienziati e i ricercatori”, ha continuato Giancarlo Scarzello, che ha aperto la serata con un pensiero di Kant: “La scienza è conoscenza organizzata, la saggezza è vita organizzata”. Ecco spiegato, quindi, lo spirito di EcoFutura, una manifestazione che celebra la tecnologia più evoluta in armonia con la natura, in un ambiente artistico e naturale come le Langhe.

Sul palcoscenico si sono alternate le voci giovani di Biancamaria Tarditi, voce recitante, di Elisa Costamagna, in rappresentanza del Comitato Amici Volontari e della Brc, accompagnata dalla bravissima interprete del linguaggio dei segni Francesca Delliri, di Aldo Scarzello, ingegnere con una straordinaria vena creativa e poetica (e soprattutto autore di tutti i testi della serata) accompagnato dal fedele cane Ecofuturo, mascotte dell’expo, e quelle duettate di Giancarlo Scarzello e Vincenzo Santagata, regista. Il tutto coronato dall’intervento autorevole di Piero Bianucci, celebre divulgatore scientifico e direttore del Planetario di Torino.

EcoFutura è aperta al pubblico anche oggi e domani e per questa sera è atteso lo spettacolo del Professor Antonio Ornano, comico genovese di Zelig.

Info programma e costi www.cherascoecofutura.it



Lucia Campisi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium