Attualità | giovedì 18 settembre 2014 21:45

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Ricerca

Attualità | giovedì 27 giugno 2013, 17:23

Presentato il “portale turistico” bovesano

Condividi |  

Il nuovo sito è diviso in due parti “www.bovesonline.it“ e “www.sentieridibovesonline.it

Foto Giorgio Maria Vannuccini

Il Sindaco di Boves, in collaborazione con il presidente della Azienda Turistica Locale del Cuneese Gianni Vercellotti, ha presentato personalmente, giovedì 20 giugno, alle 18, in conferenza stampa, nella Sala Falco del Palazzo Provinciale di Cuneo (Corso Dante 41), il nuovo portale turistico della città di Boves, realizzato nei mesi scorsi, con impegno corale di molti volontari.

Nel salone, erano presenti, accanto ad alcuni cuneesi, numerosissimi bovesani (praticamente tutti i collaboratori e non solo).

Con chiaro intento di promozione del territorio (cui molto ha plaudito nella introduzione l’avvocato Vercellotti), è progetto partito sin dall’inizio del presente mandato.

E' diviso in due parti “www.bovesonline.it“ e “www.sentieridibovesonline.it“, con impressionante quantità di pagine, centinaia e centinaia, cercando, settore per settore, i volontari bovesani più appassionati a questo o quell’argomento, avendo cura di scegliere il taglio più pacato ed istituzionale, senza nulla e nessuno trascurare (intervento tecnico-grafico della “Personal Soft Service - VPS").

Mario Giuliano ha ricordato le oltre ottanta associazioni bovesane, talune in crescita, ha annunciato lo “wi.fi” gratuito nelle piazze (iniziative che si stanno moltiplicando in ogni dove), ha tratteggiato una Boves, città accogliente verso chi “si presenta bene”, ai primi posti per la “qualità della vita”... Ha elencato le varie realtà cittadine, dall’Istituto Musicale, alla Associazione di Commercianti “La Sporta” (una di quelle giovani e numerose, piene di entusiasmo), le Scuole Tecniche San Carlo e quelle Edili (presente era Filippo Manti), il recentemente inaugurato “Atlante dei suoni”...

Molto ha sottolineato le tante fotografie (presenti erano Michele Siciliano e Giorgio Maria Vannuccini, autori di tanti scatti, oltre ad altro componente del Circolo “L’Otturatore”, Renzo Salvo, importante anche come esperto di botanica, per descrivere la flora locale), le mappe, i video di Carlo Cavallera, le parti di storia e memoria curate dalla ex bibliotecaria Bianca Cravesano e dalla volontaria Marisa Baudino (con la collaborazione del resto del personale), la gastronomia (affidata ai coniugi Elma Schena ed Adriano Ravera)...

Non mancano, ovviamente le pagine sulla Resistenza e sui “Bovesani illustri, della storiografia locale, dalle “Memorie storiche” di Alberto Mottini alla “Storia Popolare di Boves” di don Lorenzo Peirone, sino ad arrivare alla pubblicazione di neanche un decennio fa dell’Istituto Storico di Cuneo (“Boves, storie di guerre e di pace”).

Non trascurate sono le varie chiese, i quattro santuari ed i piloni votivi...

Spazio è riservato al santuario di Madonna dei Boschi ed ai suoi affreschi.

La parte di arte (su cui molto incidono le ricerche della giovane Rosanna Marro sugli affreschi murali) è introdotta dalla immagine della lunetta di Via Roma, quattrocentesca, gotica, con cornice in cotto, prossima al restauro, pare (in collaborazione con l'Amministrazione provinciale).

Il Sindaco ha ben messo in evidenza che si accettano segnalazioni di eventuali errori e suggerimenti per migliorare le due opere, oltre a tutto il materiale possibile.

c.s.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore