/ 

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

| mercoledì 03 luglio 2013, 10:08

Truffatore seriale arrestato dai Carabinieri di Dogliani

Utilizzando documenti d’identità intestati ad altre persone aveva attivato fraudolentemente delle schede telefoniche e formato fittizi documenti di una ditta inesistente con cui aveva compiuto varie truffe tra cui quella fatta ad un commerciante di vini del Veneto

I Carabinieri di Dogliani hanno messo a segno l’arresto di un truffatore seriale che dal mese di maggio era ricercato per una serie di truffe seriali commesse a danno di commercianti di vini, mentre di nascosto era andato a trovare l’anziano genitore.

A finire in manette è stato S. R., 46enne doglianese, già noto alle cronache giudiziarie per essere un truffatore seriale, il quale era destinatario di una ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Cuneo nel mese di giugno  in quanto indagato per sostituzione di persona, ricettazione e truffa. In particolare, l'uomo, che sul suo curriculum criminale annovera decine di denunce per il reato di truffa, a partire da gennaio  di quest’anno, utilizzando documenti d’identità intestati ad altre persone aveva attivato fraudolentemente delle schede telefoniche e formato fittizi documenti di una ditta inesistente  con cui aveva compiuto varie truffe tra cui quella fatta ad un commerciante di vini del Veneto a cui aveva ordinato un importante quantitativo di vino, che aveva poi pagato con degli assegni rubati. Le indagini da cui è scaturito l’ordine di arresto sono state condotte dai Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Cuneo che però non avevano potuto eseguire la cattura poiché, nel frattempo, il 46enne aveva fatto perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile ma compiendo, comunque,  in varie parti del nord Italia nuove truffe, tanto che nell’ultimo mese veniva denunciato altre 15 volte sempre per lo stesso motivo: truffa e sostituzione di persona.

In particolare,  le ultime truffe messe a segno da S.R. hanno colpito ignari ragazzi in cerca di lavoro attirati medianti falsi annunci di  offerta di impiego pubblicati su giornali. Il truffatore in questo caso,  spacciandosi a seconda delle volte per  avvocato o per notaio in cerca di segretari, oppure come reclutatore di ragazzi per impieghi in centri commerciali e supermercati faceva finti colloqui di lavoro, al termine dei quali  illudeva i malcapitati di essere stati prescelti e ne carpiva la fiducia chiedendo loro cifre di 200/300 euro per dei falsi versamenti che egli avrebbe dovuto fare per formalizzare l’assunzione. Naturalmente dopo la consegna dei soldi faceva perdere le proprie tracce lasciando le vittime con l’amaro in bocca non solo per non avere trovato il lavoro ma anche per la beffa di avere perso i soldi.

Tuttavia alle gesta di S.R. hanno posto fine i Carabinieri di Dogliani che hanno catturato il fuggiasco mentre era tornato a Dogliani per trovare l’anziano genitore. L’arrestato è stato quindi tradotto al Carcere di Cuneo e per i reati contestati, anche per i pregressi criminali dello stesso, rischia una pesante condanna.

 

 

 

 

 

r.t.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore