/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 19 dicembre 2014, 07:46

La montagna entra nei regali di Natale con i prodotti enogastronomici di “Bottega dell’Alpe”

“Compra in valle la montagna vivrà”: quindici pacchi con le eccellenze agroalimentari delle Terre Alte. Strenne anticrisi, per sostenere piccoli artigiani e aziende agricole delle vallate piemontesi

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Per Natale scegli la montagna. Non solo per le vacanze sulla neve e il divertimento sulle piste. Anche per i regali ad amici, parenti, colleghi. Uncem lancia per il secondo anno le strenne “Bottega dell’Alpe”, i pacchi di prodotti tipici nati all’interno del progetto di valorizzazione delle piccole imprese agricole e artigianali delle Terre Alte del Piemonte, per promuovere le loro creazioni e ampliare gli orizzonti di mercato. Uncem ha creato quindici strenne natalizie, grazie alla collaborazione con dieci produttori delle aree montane piemontesi.

Nel catalogo per Natale – spiegano Alex Ostorero e Marco Cavaletto, coordinatori del progetto - abbiamo inserito quindici strenne, con prezzi diversi, anticrisi, con diverse eccellenze enogastronomiche dei nostri territori. L’obiettivo è sempre lo stesso, presentato già un anno fa con il lancio di Bottega dell’Alpe. Lo racchiude benissimo il concreto slogan “Compra in valle, la montagna vivrà”. Le produzioni inserite nel catalogo sono solo di alcuni dei produttori che saranno presenti sul sito di e-commerce Bottega dell’Alpe”. Il catalogo è scaricabile dal sito internet www.uncem.piemonte.it/News.php ed è pubblicato anche sulla pagina Facebook Uncem Piemonte.

I pacchi (da 18,90 euro, 28,90 euro e 38,90 euro) comprendono da tre a sei prodotti, con vini di montagna, dolci, prodotti da forno, biscotti tipici, confetture, birra di montagna, succhi di frutta bio. Le aziende che li producono sono dieci: Al Turcet, pasticceria di Lanzo Torinese (TO), Stella delle Langhe, azienda di Feisoglio (CN), Bio Naturalmente, azienda agricola certificata bio di Ceres (TO), Massa Micon, pasticceria di Corio (TO), Il Bottegone, azienda di Viola (CN), Acqua Minerale Pian della Mussa, storica azienda di acque minerali che produce birra e succhi di montagna a Balme (TO), Mauro Vini, produttore di vini a Dronero (CN), La Cantina del Buon Vino di Cafasse (TO), Angelo Rossi di Scagnello (CN), l’azienda agricola La Rivà di Bricherasio (TO).

Quindici i pacchi da scegliere e da inviare come regalo (a Natale, ma anche dopo le feste) con spedizione in tutt’Italia.

Abbiamo voluto – proseguono Cavaletto e Ostorero – dare la possibilità a tutti, non solo in Piemonte, di scegliere i prodotti di montagna Bottega dell’Alpe e inviarli in tutto il Paese. Crediamo sia importante, a prezzi anticrisi, poter veicolare le nostre eccellenze. Anche questo è un modo per generare sviluppo, fare marketing territoriale, aiutare le piccole imprese, agricole, turistiche e artigiani, a presentare quanto fanno nelle nostre Terre Alte. Molto spesso, queste piccole realtà territoriali sono tra le poche, se non le uniche, imprese presenti nei loro Comuni di montagna. Hanno un ruolo economico, ma anche sociale, fondamentale. Garantiscono posti di lavoro e opportunità per i paesi. Hanno bisogno di sostegno e appoggio nella comunicazione e nella promozione: è un ruolo che Uncem continua a interpretare”.

D.M.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore