/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 ottobre 2015, 15:36

Pneumatici invernali, cosa sapere in preparazione dell'inverno

In collaborazione con il sito specializzato nella vendita di pneumatici per auto https://www.gomme-auto.it/ abbiamo preparato questa semplice guida per aiutare i lettori a districarsi tra modelli, prezzi ed offerte, in previsione del prossimo inverno

Pneumatici invernali, cosa sapere in preparazione dell'inverno

Le gomme invernali possiedono un livello adeguato di aderenza al suolo quando le temperature sono basse e garantiscono una tenuta efficace in presenza di pioggia, neve o ghiaccio. Il Codice della strada impone che dal 15 novembre al 15 aprile siano montati pneumatici invernali oppure a bordo della vettura esistano sistemi antisdrucciolevoli adatti alle ruote del veicolo. Il Codice della strada equipara le gomme “M+S” alle invernali, che assicurano una tenuta elevata su fondi a bassa aderenza.

 

Ma il vero pneumatico invernale è lo SnowFlake, riconoscibile dal simbolo situato sulla spalla del pneumatico delle tre cime con un fiocco di neve (3PMSF o 3 Peak Mountain Snow Flake), che identifica i pneumatici con prestazioni di frenata e tenuta di strada rimarchevoli su superficie bagnata, innevata o ghiacciata. Il simbolo 3PMSF attesta il superamento di uno specifico test di omologazione. Il test viene effettuato in particolari condizioni meteorologiche, ossia con una temperatura compresa tra i -4 e i -15 gradi centigradi, neve compatta sul fondo e assenza di precipitazioni. Per il test viene utilizzato uno pneumatico di riferimento SRTT (Standard Reference Test Tyre) ossia una gomma realizzata  da 30 anni dallo stesso produttore con caratteristiche intermedie e che viene utilizzata come unità di misura.

 

In collaborazione con il sito specializzato nella vendita di pneumatici per auto https://www.gomme-auto.it/ abbiamo preparato questa semplice guida per aiutare i lettori a districarsi tra modelli, prezzi ed offerte, in previsione del prossimo inverno.

 

Le caratteristiche degli pneumatici invernali

Le gomme invernali vengono montate quando la temperatura scende sotto i 7 gradi centigradi. La particolare mescola di queste gomme, maggiormente ricca di silice, assicura un’adeguata elasticità anche a temperature inferiori ai 7 gradi centigradi, mentre la struttura è caratterizzata da scanalature più profonde di quelle degli pneumatici classici, che consente un drenaggio veloce dell’acqua e di aderire al fondo stradale anche in presenza di pioggia o neve.

 

In inverno pneumatici quattro stagioni?

Uno stesso pneumatico non può avere delle prestazioni elevate in condizioni climatiche diverse, in inverno e in estate, sull’asciutto o sul bagnato. I pneumatici all season (inglesismo per gomme 4 stagioni) sono una sorta di compromesso poiché, anche avendo prestazioni inferiori ai pneumatici estivi in estate e a quelli invernali in inverno, permettono di evitare il fastidioso cambio di gomme. Occorre tuttavia sottolineare che il ricorso ai pneumatici 4 stagioni dovrebbe essere riservato a coloro che percorrono pochi chilometri ogni anno.

La rivista americana Popular Mechanics, dopo aver svolto dei test, afferma che le gomme 4 stagioni non hanno prestazioni elevate in estate e hanno ancora più problemi in inverno, su neve o ghiaccio. Forse anche per questa ragione le gomme 4 stagioni non hanno conquistato un proprio posto nel mercato. Inoltre occorre rilevare che la maggior parte delle automobili viene venduta con gomme estive e il 97,5% degli pneumatici di ricambio sono estivi o invernali.

 

In estate è permesso utilizzare degli pneumatici invernali?

In caso di utilizzo di pneumatici invernali durante il periodo estivo vengono comminate delle sanzioni se questi non riportano un indice di velocità uguale o superiore a quello indicato sul libretto per i pneumatici estivi. Perciò, gli automobilisti sorpresi dal 16 maggio al 14 ottobre alla guida di veicoli con pneumatici che riportano codici di velocità inferiori a quelli indicati sul libretto di circolazione sono soggetti a una sanzione amministrativa (da 419 a 1.682 euro). Ai trasgressori verrà ritirata anche la carta di circolazione e richiesta la revisione del mezzo. Inoltre, se in estate si circola con pneumatici invernali, occorre sapere che si usureranno molto più velocemente poiché la temperatura elevata accelera il consumo del battistrada. Anche  la tenuta di strada ne risentirà soprattutto in curva o durante una frenata. Perciò, è possibile affermare che l’uso di pneumatici invernali in estate oltre a essere  poco sicuro è anche piuttosto costoso.

 

Pressione dei pneumatici invernali

Alcuni manuali d’uso e manutenzione consigliano di gonfiare i pneumatici invernali a una pressione più alta (in genere 3-5 psi in più) rispetto alla pressione consigliata per i pneumatici estivi  o  all-season. Per quale ragione? Una pressione di gonfiaggio maggiore potrebbe aumentare la stabilità del pneumatico invernale che è dotato di una minore reattività agli input a causa del disegno del battistrada più aggressivo, di mescole più morbide e dei solchi stampati con maggiore profondità rispetto ai battistrada estivi. Inoltre, una temperatura esterna inferiore permette ai pneumatici di dissipare calore, e la diminuzione della temperatura all’interno dello pneumatico determina anche una minor pressione durante il moto rotatorio, perciò è consigliabile una pressione di gonfiaggio di 3-5 psi in più.

 

Pneumatici invernali: due o quattro?

Si sconsiglia di utilizzare pneumatici diversi sull’asse anteriore e quello posteriore, poiché l’autovettura risponderebbe in maniera disomogenea. Soprattutto nelle particolari condizioni della stagione invernale caratterizzata da asfalto bagnato, fango o neve, se il veicolo non risponde nello stesso modo, la guida può diventare rischiosa. Perciò, se si vuole evitare di perdere il controllo della vettura, si raccomanda di usare quattro gomme invernali.

 

Test su ghiaccio

Nella pista di test Automotive Environment Testing sono stati messi a confronto i pneumatici all season Goodyear con i pneumatici da neve sempre Goodyear. Per effettuare i test, sono state provate le gomme su diverse autovetture sia 4x4 che automobili a trazione anteriore.

I risultati dimostrano che i pneumatici da neve hanno dato le prestazioni migliori, ma le gomme 4 stagioni non hanno deluso affatto, soprattutto in frenata e in curva.

 

Consapevoli che le prestazioni dei pneumatici da neve in inverno sono ineguagliabili, si può comunque considerare che:

 

●     nei luoghi in cui la temperatura scende di rado sotto i 7 gradi centigradi, si può continuare ad usare i pneumatici estivi anche in inverno

●     bisogna sempre montare 4 pneumatici invernali e non solo due, poiché non solo violereste il Codice della strada, ma potreste rendere la guida pericolosa

●     è massimamente sconsigliabile lasciare gli pneumatici invernali in estate, poiché le temperature calde amplierebbero lo spazio di frenata e diminuirebbero l’aderenza in curva

●     i pneumatici smontati dovrebbero essere riposti in un luogo adatto (fresco e asciutto) e soprattutto al riparo della luce del sole che li indurirebbe

●     fornirsi di due set di penumatici, solo apparentemente raddoppia la spesa, poiché in realtà le gomme si usurerebbero la metà, di conseguenza, durerebbero di più e verrebbero cambiate più raramente.

i.p.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium