/ Attualità

Attualità | 18 novembre 2015, 17:36

A Cuneo scatta l'allarme per strane scritte in arabo apparse su un muro

Immediato l'intervento della Volante ma un esperto di lingua araba rassicura: "Sono solo disegni che non possono ricondurre ad azioni terroristiche"

Le scritte apparse sul muro in via Grandis, a Cuneo

Le scritte apparse sul muro in via Grandis, a Cuneo

Dopo i tragici fatti di Parigi, anche Cuneo è diventata una città “sorvegliata speciale”. Più controlli nelle aree sensibili o su possibili obiettivi come sinagoga e stazione ferroviaria, massima attenzione lungo la frontiera e soprattutto valutazione di ogni fatto che in qualche modo potrebbe riportare a cellule terroristiche o anche solo ad una loro esaltazione. Per questo la Volante della Polizia di Stato è prontamente intervenuta per verificare il significato di una particolare scritta apparsa in queste ultime ore, su un muro di via Sebastiano Grandis, in centro a Cuneo.

Ad avvertire gli agenti sono stati alcuni cittadini che passando hanno notato strani segni in vernice nera ed hanno quindi telefonato al centralino della questura. È così immediatamente scattato l’allarme. Dopo alcuni accertamenti, però, i poliziotti hanno verificato che quella particolare scritta, che sembra più ad un disegno, non ha alcun significato.

Anzi, interpellando un esperto di lingua araba, si è scoperto che quei segni, in realtà, non sono riconducibili all’idioma arabo. L’allarme è quindi rientrato. Le forze dell’ordine, senza cadere nell’allarmismo, invitano comunque i cittadini ad avvertire immediatamente quando si hanno dei dubbi.  

NaMur

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium