/ Cronaca

Affari & Annunci

vendo banco da officina mt. 4x1,10 h 90cm sega nastro mod. SN212P valex trapano a colonna mod. TR16R valex

L`edificio comprende due alloggi di rispettivamente mq 78 e mq 48 con tre cantine, soffitte ed ingresso in comune, in buonissimo stato, ristrutturato. Al medesimo sono legati...

Graziosi bicchierini da liquore d`epoca con vassoio. - Vendo a € 15,00 - Ritiro della merce in loco o consegna nel raggio di 5 Km. - Per info contattare il n. 340-9157055. - ...

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 11 gennaio 2016, 11:20

Resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale: arrestato a Mondovì un 30enne straniero

A procedere al fermo sono stati i Carabinieri della stazione di San Michele Mondovì, impegnati nei classici controlli notturni

La scorsa nottata, personale della Stazione di San Michele Mondovì impegnato nei controlli preventivi finalizzati al contrasto del fenomeno delle cosiddette “stragi del sabato sera”, servizi operati di concerto con il Comando Provinciale Carabinieri di Cuneo nel monregalese-cebano, traeva in arresto un marocchino trentenne, Z.B., resosi responsabile di resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

I militari, impegnati nell’ordinaria attività di monitoraggio delle frequentazioni dei locali di intrattenimento giovanile, nel transitare nei pressi di un esercizio pubblico a Mondovì, scorgevano alcuni giovani animatamente discutere con il personale addetto alla sicurezza dello stesso. Avvicinatisi per dirimere la questione, alla richiesta di esibire i documenti rivolta ai presenti, un ragazzo marocchino rifiutava ai militari di declinare le proprie generalità.

All’invito a seguirli in caserma, il ragazzo opponeva un netto quanto irriguardoso rifiuto, aggredendo i militari con calci e pugni.

Non senza fatica gli operanti, con l’ausilio di altri militari di questa Compagnia, dopo una breve colluttazione riuscivano a caricarlo in auto per portarlo in Caserma, ove, reiterava il proprio atteggiamento aggressivo, cagionando ai due militari lesioni giudicate guaribili con sette giorni di prognosi.

L’arrestato sarà oggi sottoposto a processo per rito direttissimo/convalida dell’arresto presso il Tribunale di Cuneo.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore