/ Attualità

Attualità | 12 aprile 2016, 19:03

"Piemunto": Biraghi S.p.A. e le aziende del territorio unite nel nome del latte a chilometro 0

L'iniziativa regionale si propone di valorizzare e promuovere i prodotti realizzati con latte munto in Piemonte: per Biraghi, l'adesione è naturale sottoscrizione della propria filosofia aziendale

Foto generica

Foto generica

Si chiama Piemunto, ed è una nuovissima iniziativa della Regione Piemonte dedicata ai prodotti del comparto lattiero-caseario realizzati con latte munto (appunto) all'interno del territorio regionale, e in particolare alla loro promozione e valorizzazione.

Per disposizione regionale, il marchio non verrà stampato sui singoli prodotti delle aziende aderenti all'iniziativa, ma caratterizzerà appositi angoli o sezioni delle catene di supermercati che abbiano compilato l'apposito modulo per la richiesta di utilizzo del marchio stesso (attualmente presente sul sito della Regione Piemonte).

Tra le vare aziende che hanno già aderito all'iniziativa "Piemunto", c'è anche la celeberrima Biraghi S.p.A., la cui conduzione familiare risalente al lontano 1934 (e alla figura dell'imprenditore lodigiano Ferruccio Biraghi) ha saputo renderla un vero e proprio "colosso del latte".

Un'adesione che ha il sapore non di una "scelta obbligata", ma piuttosto di una "naturale conseguenza": Biraghi, infatti, da tempo utilizza solo latte fresco piemontese e sostiene la filiera di produzione 100% Made in Italy; lo sviluppo economico del territorio sta quindi molto a cuore all'azienda, che fa risalire l'elevata qualità del latte alla base dei propri famosissimi prodotti (Gran Biraghi e Gorgonzola D.O.P. Sopra tutti) alla rete di selezionatissime aziende agricole delle province di Cuneo e Torino. Biraghi lavora e raccoglie circa 425mila litri di latte al giorno, che arrivano a 155milioni di litri l'anno: dallo stabilimento di Cavallermaggiore escono, all'anno, circa 310mila forme di Gran Biraghi e 200mila di Gorgonzola D.O.P.

"Siamo entusiasti di aderire a questo progetto, come a qualsiasi altro dedicato al latte italiano - ha detto Claudio Testa, direttore marketing della Biraghi -: quando la Regione l'ha messo in pista abbiamo immediatamente aderito. Vicino ai nostri prodotti, quindi, apparirà presto nei migliori supermercati un cartellino informativo dedicato al progetto "Piemunto"." "Ci auguriamo sinceramente che l'iniziativa abbia successo, e che le ricadute di questo si possano finalmente percepire in modo positivo anche sull'agricoltura locale."

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium