/ Sanità

Sanità | 12 aprile 2016, 06:00

Assemblea AVIS regionale: importante il bilancio dell'attività 2015

Votati all’unanimità la Relazione del Presidente Giorgio Groppo e il Bilancio consuntivo

Assemblea AVIS regionale: importante il bilancio dell'attività 2015

Domenica 10 aprile a Torino, si è tenuta la 45^ Assemblea Regionale Avis. L’appuntamento è stato particolarmente partecipato e ha visto la presenza attenta e coinvolta dei 145 delegati Avis e di numerosi rappresentanti del mondo del volontariato e delle Istituzioni Regionali e locali.

Un'assemblea importante che ha visto votare all’unanimità, senza alcun astenuto, sia la relazione del Presidente regionale Giorgio Groppo, sia il Bilancio consuntivo 2015. Hanno preso parte e sono intervenuti  il sindaco di Torino Piero Fassino, l’assessore regionale allo sport Giovanni Maria Ferraris il vicepresidente del Consiglio Regionale piemontese Nino Boetti, il presidente AMDA Italia Sami Sisa, il Presidente del Volley FIPAV Ezio Ferro il Presidente nazionale Avis Vincenzo Saturni e la responsabile del CRCC del Piemonte Dot.ssa Rosa Chianese. Presente anche il senatore Stefano Lepri, relatore al Senato per la Riforma del Terzo Settore, che è intervenuto proprio sul testo della riforma da pochi giorni approvata al Senato.

L’Assemblea è stata l’occasione per fare il punto sull’anno appena trascorso: un anno che si conclude positivamente con l’ aumento dei volontari attivi che si attesta al ragguardevole numero di 115.379  donatori. A  calare leggermente sono invece le donazioni che fanno registrare un totale di 183.188 sacche di sangue donate. Il leggero calo registrato è per lo più da collegarsi alla sospensione precauzionale dei donatori che hanno soggiornato in particolari aree geografiche, un tempo solo estere ma che quest’anno hanno compreso anche alcune aree nazionali e piemontesi.

Giorgio Groppo, Presidente Regionale Avis: “Con l’assemblea di oggi l’Avis Piemonte ha raggiunto un risultato storico e particolarmente importante: per la prima volta c’è grande compattezza e uniformità di vedute tra tutte le Avis regionali e questo è particolarmente importante per svolgere al meglio la nostra attività di servizio e per gestire in maniera adeguata la nostra risorsa principale: i donatori. Con ottimismo ed entusiasmo ci apprestiamo a vivere un anno importante, che  iniziamo con il 45^ di fondazione del Consiglio Direttivo Regionale e concluderemo con la ricorrenza del 90^ anniversario di fondazione di Avis nazionale”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium