/ Saluzzese

Saluzzese | 12 aprile 2016, 09:01

Barge, raccolta fondi per aiutare i figli della donna morta sabato sera in un incidente stradale

Lei cadavere, il papà in prigione con l’accusa di omicidio stradale (da 8 a 12 anni): gli amici ed i conoscenti pensano al futuro dei due giovanissimi

Natalia Stirbu

Natalia Stirbu

La mamma, Natalia Stirbu, nata il giorno dopo il Natale del 1974 e cadavere da ormai più di 48 ore. Ed il papà Ruslan Stirbu, di un anno più vecchio della moglie sulla cui testa grava come un spada di Damocle una condanna da 8 a 12 anni per omicidio stradale (il suo è stato il primo arresto in flagranza di reato sul territorio piemontese). Cosa riserverà il futuro ai figli  con i quali la coppia tornava a casa da una festa la sera di sabato prima di schiantarsi contro un muretto di protezione in Via Azienda Moschetti a Barge?

Nasce probabilmente da questa domanda – al momento dalle risposte assai confuse e fumose - l’iniziativa è di alcuni amici della donna moldava  che hanno aperto un conto corrente per raccogliere fondi da destinare a quella famiglia che oggi non c’è più, pur se per cause e concause profondamente diverse fra loro. La notizia sta facendo il giro degli esercizi commerciali del paese e sulle bacheche di Facebook: le offerte possono essere fatte confluire (qualcuno lo ha già fatto lunedì) sull’Iban IT56I0200845970000104246136, lo sportello cittadino dell’Unicredit.

Oggi dovrebbe giungere anche il nulla osta della Magistratura per i funerali della donna.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium