/ Saluzzese

Saluzzese | 12 aprile 2016, 00:01

“Le uniche cose certe sono il mio divorzio da Casteldelfino ed il mio auspicabile matrimonio con Sampeyre”

Parla l’attuale sindaco di Casteldelfino Domenico Amorisco, in corsa per Sampeyre alle elezioni Amministrative del 5 giugno prossimo. Insieme con Roberto Dadone?

Domenico Amorisco

Domenico Amorisco

I Comuni interessati al rinnovo delle Amministrazioni locali in Valle Varaita sono cinque: Pontechianale, Casteldelfino, Frassino, Melle e Sampeyre, ma l’attenzione è maggiormente  concentrata sull’unico Comune che, fra i cinque, supera anche se di poche unità i mille abitanti e cioè quel Sampeyre che ha conservato solo sulla carta il ruolo di capitale turistica della valle ma che nei fatti – dice Domenico Amorisco – “ben poco nell’ultimo decennio è riuscito a fare per meritarsi questo riconoscimento”.

Non è soltanto questo, però, il motivo per cui l’attenzione è concentrata su Sampeyre perché, ormai è ufficiale, a Sampeyre l’unico candidato sindaco che abbia un volto ed un nome, al momento, risponde a quello di Domenico Amorisco, che qui risiede da oltre 40 anni e che qui vanta un passato da segretario comunale ininterrottamente per oltre 33 anni. Inoltre è l'attuale sindaco in carica per il secondo mandato del confinante comune di Casteldelfino.

Oltre all’ufficialità della candidatura del dottor Amorisco è ormai anche ufficiale la data delle elezioni amministrative, fissate - notizia di questi giorni - con decreto del Ministro dell’Interno per domenica 5 giugno prossimo.

Ciò che invece non è ancora ufficiale è l’intesa di Amorisco con eventuali altri contendenti alla caccia della poltrona di sindaco perché sulla piazza di Sampeyre circolano i nomi di Baralis, Dadone e Sasia, quest’ultimo sindaco in carica mentre gli altri due già sindaci del passato.

Il panorama, quindi, si presenta ricco e interessante soprattutto perché i contendenti, stando alle voci che circolano, stanno tessendo trame fra di loro per arginare il “ciclone” Amorisco che, forte dei suoi sette mandati di sindaco, uno a Valmala, quattro a Brossasco e i più recenti due a Casteldelfino dove ha cambiato radicalmente il volto del piccolo comune montano arricchendolo di opere ed infrastrutture senza gravare minimamente sul bilancio comunale, non è un cliente da poter eliminare facilmente.

All’orizzonte, però, per Amorisco si profila un possibile “matrimonio” elettorale con uno dei tre contendenti: il farmacista Dadone Roberto sindaco di Sampeyre dal 2001 al 2006. Mentre il duo Sasia-Baralis, rispettivamente attuale maggioranza e minoranza consiliare, pare che convoli a nozze con una lista che potrà presentare un candidato sindaco “illustre sconosciuto”, rimanendo ai margini della competizione elettorale per poi “manovrare” eventualmente la macchina dal… di fuori.

Amorisco, da noi interpellato, se ne esce con un “No comment, le uniche cose certe sono il mio divorzio da Casteldelfino (dagli amici mi guardi Iddio, che… : ndr) e l’auspicabile mio matrimonio con Sampeyre”.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium