/ Curiosità

Che tempo fa

Cerca nel web

Curiosità | 27 settembre 2016, 15:12

La birra "made in Granda" cinque volte protagonista al World Beer Awards

A strappare alle prestigiose avversarie il titolo di World Best Black IPA è stata la Black Hop Sun, del Birrificio della Granda

La birra "made in Granda" cinque volte protagonista al World Beer Awards

Prestigiosi riconoscimenti per il Birrificio della Granda, azienda creata da Ivano Astesana nel 2011 a Lagnasco, in provincia di Cuneo, e nel giro di pochissimo tempo diventata una promettente realtà artigianale italiana.

Il birrificio cuneese ha scelto quest’anno di partecipare ai World Beer Awards, una sorta di Oscar per il mondo della birra, portandosi a casa ben cinque fra premi e riconoscimenti.

È giusto cominciare dal più prestigioso, il titolo di World Best Black IPA conquistato dalla Black Hop Sun, una birra amara, secca e nera che mette in contrasto le note maltate di una Stout con il caratteristico profumo di una IPA. Medaglia d’orofra le IPA italiane per la Missis IPA, una birra ambrata e intensamente luppolata, eppure semplice e facile da bere. Medaglia d’argento nella categoria IPA italiane per la Sirena, birra bianca dall’aroma agrumato e fruttato.

Titolo di Italy’s Best Pale Ale per la Essenziale, la prima birra prodotta a Lagnasco, bionda, leggera e dal sapore intensamente luppolato. Ultimo ma non l’ultimo, come dicono nei paesi anglosassoni, il titolo di Italy’s Best Gose/Sour Ale, questa volta messo a segno dalla Lips, l’ultima nata, una birra salata e acidula che già dal nome rende omaggio all’antica tradizione birraia della città di Lipsia, in Germania.

Ivano Astesana, motore e artefice del Birrificio della Granda, ha commentato: “Non siamo mai stati cacciatori di premi e riconoscimenti, ma per chi produce birra l’appuntamento con il WBA rappresenta un momento importante e un banco di prova internazionale di grande prestigio, che siamo certi ci aiuterà a iniziare un percorso anche al di fuori dall'Italia. Devo dire l'ultimo anno è stato uno dei più impegnativi in termini di intensità di lavoro e di creazione di nuovi prodotti, ma i risultati si vedono e sono una grande soddisfazione per tutto il gruppo che lavora con me. Siamo reduci dai festeggiamenti per la vittoria della Black Hop Sun a Birra dell’anno 2016 (categoria Specialty IPA), per il certificato di eccellenza della Sirena al Brussel Beer Challenge 2015 e per i riconoscimenti sulla Guida alle Birre d'Italia 2017 riservati a EssenziAle, Missis IPA, Sirena e Black Hop Sun. Ci piace l’idea di condividere questi riconoscimenti con gli appassionati e i clienti che non ci fanno mai mancare un fondamentale supporto fatto di consigli e a volte critiche, utilissime per aiutarci a migliorare. E tanto per non restare fermi, stiamo per rivelare due nuove birre che riscalderanno il prossimo autunno”.

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium