/ Politica

Politica | 05 ottobre 2016, 13:35

Frabosa Sottana, iniziati i lavori ai Bergamini: intervento da 150mila euro

L'opera, fortemente voluta dalla Provincia e dal suo consigliere Rocco Pulitanò, punta a risolvere il problema delle frane sulla strada che conduce a Prato Nevoso

Frabosa Sottana, iniziati i lavori ai Bergamini: intervento da 150mila euro

Dopo la tragedia sfiorata nel giugno 2010, quando un fronte di terra largo 50 metri e alto tre, reso instabile dalle precipitazioni che da ore imperversavano sulla vallata, si staccò, piombando sull'asfalto e mancando per pochissimi minuti un plotone di ciclisti impegnato in una gara di cronoscalata, e gli altri due episodi franosi datati 2013 e 2016, sono ufficialmente iniziati i lavori per la ricostruzione dell'attraversamento stradale del ponte dei Bergamini, ubicato nel Comune di Frabosa Sottana, in prossimità della diramazione per la stazione sciistica di Prato Nevoso.

Un intervento da 150mila euro, di cui 107.523,40 per lavori a base d'asta (comprensivi di 2600 euro per oneri speciali della sicurezza e 10.937,10 euro per costo del personale, entrambi non soggetti a ribasso) e 42.476,60 per somme a disposizione dell'amministrazione.

A seguito di procedura negoziata, conclusasi nel giugno scorso, l'appalto è stato assegnato alla ditta "Bertolotti Giovanni Costruzioni s.r.l." di Villanova Mondovì, per un importo netto contrattuale di 79.562,48 euro, IVA esclusa. L'impegno contrattuale della società scade nel mese di gennaio, ma Rocco Pulitanò, consigliere provinciale con delega al Turismo, ha chiesto all'azienda di impegnarsi affinché il cantiere possa essere concluso prima dell'avvento della stagione invernale, così da garantire l'incolumità degli automobilisti che transitano lungo la strada.

"Valutata l'importanza della carreggiata in questione - ha aggiunto Pulitanò -, strategico per la circolazione diretta in una delle località nevralgiche per il nostro turismo invernale, esprimo soddisfazione circa l'avvenuta consegna dei lavori, che porteranno a breve alla realizzazione dell'intervento. Ancora una volta abbiamo dimostrato come la priorità della nostra azione amministrativa si riconosca nel migliorare la viabilità stradale del nostro territorio".

Anche Gian Luca Oliva, amministratore della Prato Nevoso Ski, ha ribadito l'importanza di quest'opera: "L'intervento al ponte dei Bergamini, sollecitato da tempo dagli operatori del territorio, rappresenta di certo un importante tassello nella riqualificazione della viabilità sulla strada di accesso al più grande comprensorio sciistico del Cuneese. Vi è però un'ulteriore chiave di lettura in questo intervento che, appaltato in tempi record, promette di essere completato entro l'avvio dell'imminente stagione sciistica: si tratta dell'attenzione che la Provincia ha voluto dimostrare nel privilegiare le istanze che sempre più giungono da un territorio, come quello legato al turismo della neve, per troppi anni rimasto ai margini delle politiche di sostegno pubblico. L'industria dello sci rappresenta ormai il secondo polo di attrazione turistica in provincia di Cuneo, secondo solo al "miracolo Langhe". Ringraziamo dunque la Provincia per aver messo mano in tempi record a una criticità significativa del territorio e ci auguriamo che lo stesso esempio di collaborazione e sostegno animi anche, sul fronte istituzionale, i vertici della Regione, a cui da tempo chiediamo, senza riscontro, risposte".

Ricordiamo che negli ultimi anni, in concomitanza di violenti acquazzoni, si sono più volte verificati smottamenti in quel punto, con i detriti che hanno provocato seri danni alle briglie esistenti, riversandosi inoltre sull'attraversamento stradale, con la conseguente chiusura temporanea al traffico della strada provinciale 327 (senza contare i problemi causati a terreni privati e pertinenze di caseggiati limitrofi al ponte sul torrente Maudagna).

Per porre rimedio a una situazione pericolosamente longeva, la Provincia di Cuneo ha deciso di realizzare un nuovo e più ampio attraversamento scatolare in calcestruzzo armato autoportante in corrispondenza del rio Bergamini, finalizzato a incanalare le acque provenienti dal suddetto rio. In più, saranno costruiti un nuovo pozzetto e un nuovo muro di controripa, tesi al contenimento del fenomeno di trasporto del materiale solido da parte dello stesso rio.

Soddisfatti il presidente della Provincia, Federico Borgna, e il sindaco di Frabosa Sottana, Adriano Bertolino: il primo ha rimarcato che "questo intervento si inserisce nelle opere per la messa in sicurezza del territorio che siamo riusciti a realizzare, pur tra tante difficoltà, grazie all'impegno e alla mobilitazione degli uffici: è la testimonianza che la Provincia, nel suo nuovo assetto, esiste e può lasciare una traccia con interventi a favore delle comunità locali", mentre il secondo ha ringraziato la Provincia a nome dell'amministrazione comunale, sottolineando come si tratti di un intervento "che attendevamo da diverso tempo e che andrà a risolvere definitivamente le problematiche occorse in quel tratto di strada provinciale, causate dalle torrenziali precipitazioni degli scorsi anni".

L'ultima frana verificatasi su quel tratto risale a martedì 14 giugno, quando alle 6.30, nel corso di un violento temporale, la carreggiata fu invasa da un coacervo di detriti, che fortunatamente non arrecò danni a persone o cose.

Alessandro Nidi

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium