/ Economia

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | mercoledì 04 gennaio 2017, 08:03

Ice 2017: nel futuro del gioco un giusto spazio alla dignità delle donne

Ora, si sta cercando di “ricominciare da capo” per fare in modo che tutto ciò che riguarda i prodotti di gioco offerti sul mercato non lascino né fraintendimenti sulla sua interpretazione e neppure fraintendimenti relativi alle immagini che la sua pubblicità propone

Non vi è dubbio che in questo periodo, quando si parla di gioco e di casino online, si cerca di guardare da tutte le prospettive la sua organizzazione e la sua distribuzione: questo per stare particolarmente attenti a ciò che lo stesso rappresenta nei confronti del sociale ed a ciò che vuole trasmettere in generale. Ora, si sta cercando di “ricominciare da capo” per fare in modo che tutto ciò che riguarda i prodotti di gioco offerti sul mercato non lascino né fraintendimenti sulla sua interpretazione e neppure fraintendimenti relativi alle immagini che la sua pubblicità propone. Ma per questo ultimo segmento di discorso, bisogna anche sottolineare che quasi tutta la pubbblicità che ancora viene consentita al gioco, ai siti, ai casinò, alle promesse di bonus ed a quanto altro di supporto, sia veicolata attraverso l'immagine quasi sempre di una bellissima ragazza che propone questo o quell'investimento o questo o quel sito di giochi. Insomma, l'immagine femminile ne esce dequalificata e rasenta “la proposta quasi sessuale” quando invece propone ben altro. É arrivato il tempo indubbiamente di cambiare e quale posto migliore per incominciare questa “battaglia di immagini” se non ad Ice 2017? Quello è il posto giusto per cambiare la rappresentazione delle donne nei confronti del gioco e dei suoi vari eventi: ed ecco perché Clarion Events invita tutti gli espositori ad un ripensamento e ad una ricollocazione dell'immagine femminile nell'immaginario dei destinatari delle varie rappresentazioni. Ice Totally Gaming, la manifestazione più importante del panorama del gioco internazionale, si fa portavoce di questo messaggio di cambiamento. Chi organizza e rappresenta Ice, vuole garantire una rappresentazione quanto mai rispettosa di tutti i sessi in occasione di questa manifestazione che raccoglie sempre più visitatori da ogni parte del Pianeta. Quindi, è giusto che nel XXI° secolo, e proprio quando sia uomini che donne svolgono ruoli strategici a livello decisionale nelle imprese, gli espositori che parteciperanno ad Ice 2017 siano consapevoli di essere rappresentati da un loro staff di supporto che promuova i loro prodotti in modo tale da evitare ogni offesa e qualsiasi banale stereotipo. Questa raccomandazione è stata sottoposta agli espositori ed ai casino online autorizzati dagli organizzatori di Ice Totally Gaming: è un documento che riceveranno con le linee guida per pianificare la loro presenza fisica in Fiera. Anche se questo documento può sembrare ovvio e banale, certamente non lo è, anche se non porta nulla di particolarmente innovativo, ma chi conosce il gioco d'azzardo ed il suo mondo sa perfettamnte di che cosa il team di Clarion Events sta parlando: basterebbe fare due passi nei corridoi che compongono questa fiera come tanti altri eventi. Si trovano ballerine di pole dance a quelle in gabbia, dai concorsi di bellezza a hostess con body painting, sino alle infermiere: sono alcuni dei modi in cui si intende rappresentare lo spettacolo del gioco. Queste “rappresentanti” sono fatte per vendere il prodotto gioco, e ci riescono più che bene. Ma si dubita fortemente che questa “rappresentazione” parli al crescente numero di donne manager, direttori, amministratori delegati, responsabili di decisioni importantissime. É tempo proprio di cambiare e forse non solo nel settore del gioco.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore