/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 09 gennaio 2017, 14:48

Tanti spettatori, pochi bagni: piccola criticità al raduno aerostatico dell'Epifania di Mondovì

La manifestazione ha riscontrato un successo senza precedenti, ma in molti si sono lamentati per l'assenza di bagni chimici all'interno di Parco Europa. Presa d'assalto la toilette del bar "Il Chiosco"

La coda per accedere alla toilette del bar "Il Chiosco"

È stato tutto perfetto. Le condizioni meteorologiche sono state ideali, il pubblico ha ammirato da vicino 31 diverse mongolfiere, la città è stata invasa da turisti e curiosi. La ventinovesima edizione del raduno aerostatico dell'Epifania di Mondovì ha fatto registrare numeri impressionanti, forse senza precedenti: si parla addirittura di quasi 20mila presenze in 72 ore.

Un'affluenza che ha legittimato il ruolo del capoluogo monregalese di "Capitale dei balloons", ma che ha contestualmente evidenziato una piccola situazione di emergenza: infatti, nell'area dedicata al decollo (Parco Europa), non sono stati posizionati bagni chimici e moltissime persone si sono ritrovate a dover attendere pazientemente il proprio turno per accedere alla toilette del bar "Il Chiosco", dando vita a lunghe code.

Si è trattato di una dimenticanza? "Assolutamente no - ha dichiarato l'assessore comunale alle Manifestazioni, Guido Tealdi -: all'interno di Parco Europa, oltre a quello del chioschetto, c'è un bagno fisso a gettoni che è costantemente in funzione e nelle precedenti edizioni nessuno ci aveva mai segnalato una simile emergenza, anche perché la durata dei decolli e dei voli non è così estesa".

Tuttavia, alla luce del grande successo della kermesse, il prossimo anno la nuova amministrazione potrebbe adottare provvedimenti per evitare disagi come questi? "Sicuramente: - ha proseguito Tealdi - io il prossimo anno non sarò più assessore, ma se si è palesata questa criticità, occorre comunque scongiurare che si verifichi ulteriormente in futuro. Ne parlerò personalmente con gli uffici competenti".

Infine, una battuta sugli ampi consensi riscossi dal raduno: "Il meteo ci ha accompagnato tantissimo. Quest'oggi, lunedì 9 gennaio, ci sono ancora equipaggi e piloti che girano in città: loro sono qui da 10 giorni e molti di essi provengono dall'estero. Inutile sottolineare la ricaduta positiva generata da quest'evento sul settore economico-turistico".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore