/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Ducato 160 CV, super accessoriato, 2 condizionatori, gruppo elettrogeno Honda 3 Kw con accensione automatica, pannelli...

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 09 gennaio 2017, 13:26

Controlli serrati sui treni piemontesi per le festività natalizie: identificate 4700 persone, 41 denunce e 7 arresti

La maggior parte dei controlli è avvenuta nei giorni precedenti il Natale e nella notte di San Silvestro

Nel periodo natalizio appena conclusosi le stazioni ferroviarie sono state “vigilate speciali” per i numerosi e ripetuti controlli effettuati dalla Polizia Ferroviaria. Non hanno fatto eccezione gli scali del Piemonte e della Valle d’Aosta dove gli Agenti del Compartimento Polfer competente hanno effettuato servizi straordinari di vigilanza e monitoraggio in concomitanza delle festività, in considerazione sia del notevole aumento del flusso di viaggiatori sia per le note e rinnovate allerte antiterrorismo.

I dispositivi di controllo e di verifica si sono concentrati nelle date antecedenti il Natale e la notte di San Silvestro, con specifici controlli a viaggiatori e bagagli i giorni 22, 30 e 31 dicembre, e controlli a più ampio raggio presso le stazioni nelle rimanenti giornate, con maggiore attenzione nei giorni del 23 e 24 dicembre.

Solo i controlli del 22 dicembre hanno portato all’identificazione di 407 persone di cui 137 stranieri, con il contestuale monitoraggio su 207 convogli e l’accurata verifica di bagagli, anche con l’utilizzo di metal detector. Complessivamente, durante tutto il periodo natalizio, sono state identificate 4700 persone, di cui 1790 straniere, mentre i soggetti denunciati in stato di libertà sono stati 41 e 7 quelli in stato d’arresto.

I servizi effettuati a bordo treno dal personale addetto alle scorte su treni regionali e su treni a lunga percorrenza hanno riguardato ben 599 convogli e i servizi dedicati alla vigilanza delle stazioni ferroviarie sono stati 655.

 

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore