/ Cronaca

Affari & Annunci

Cedesi bar caffetteria ristorante a roccaforte mondovi zona centrale. Locale ben avviato con sala bar, cucina attrezzata e sala ristorante con 50 posti a sedere. Ristorante...

Vettura in ordine e molto economica nei costi di gestione, il bollo è pagato fino ad agosto 2017, la cinghia di distribuzione è stata eseguita da 15000 km , la revisione è in...

vendesi trilocale mq. 75 con soffitta due balconi signorilmente ammobiliato termoautonomo ultimo piano ascensore soleggiatissimo panoramico palazzina completamente ristrutturata.

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 09 gennaio 2017, 11:45

Pusher sedicenne di Cuneo denunciato dai carabinieri: nascondeva 16 dosi di ketamina

E' stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Aveva addosso anche mezzo grammo di cocaina, quattro grammi di hashish e un grammo di oppio

Importante operazione antidroga condotta l’altra sera in centro a Cuneo dai Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Cuneo che hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Torino uno studente 16enne cuneese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il ragazzo, fermato per un controllo dai militari dell’Arma, veniva sottoposto sul posto ad una ispezione personale essendo il suo atteggiamento sospetto. Infatti, sotto i vestiti, nascondeva 16 dosi di ketamina (potente anestetico per cavalli equivalente ad una droga sintetica molto usata dai giovani per lo sballo durante i rave party), una dose da mezzo grammo di cocaina, altre dosi di hashish per un totale di quattro grammi ed un grammo di oppio.

I carabinieri estendevano poi la perquisizione anche all’abitazione dello studente, alla presenza dei suoi genitori, rinvenendo un attrezzo usato per macinare le foglie di marijuana, un bilancino elettronico di precisione e 700 euro in danaro contante.

Le indagini dei carabinieri sul conto del giovane ed incensurato pusher cuneese sono solo all’inizio. Si dovrà delineare con chiarezza l’esatta entità dello spaccio da lui posto in essere in città ed a chi fossero destinate le dosi di droga di vario tipo, molte delle quali pericolose, sequestrate nel corso della perquisizione.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore