/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | martedì 10 gennaio 2017, 18:45

L'Itis Delpozzo di Cuneo presenta la nuova curvatura domotica

Il settore di Elettronica ed Elettrotecnica dell’ITIS Delpozzo ha deciso di sperimentare, accanto ai corsi tradizionali, questa nuova impostazione curricolare

La nuova frontiera delle tecnologie elettriche ed elettroniche è da qualche anno rappresentata dalle straordinarie applicazioni nell’ambito della building automation ed home automation che hanno sovvertito e ampliato il modo classico di concepire i mezzi tecnologici a servizio degli edifici.

La grande accelerazione che è stata impressa dall’idea fondamentale che regola il nostro modo di vivere attuale e cioè la connessione e interazione dei sistemi per una migliore fruibilità dei dispositivi che supportano l’uomo nella vita di ogni giorno. Controllo, risparmio energetico, ottimizzazione e confort sono solo alcuni degli aspetti che scaturiscono dalla ricerca e dalle applicazioni legate all’automazione degli edifici. Di questo se ne sono accorti grandi marchi come Apple che sta investendo ingenti risorse con la “Apple Home Automation Protocol” con le app Homekit e lo stesso vale per Google con Smart Home e il mondo Android.

È dunque nell’ottica di mantenere uno stretto contatto con queste tecnologie innovative che il settore di Elettronica ed Elettrotecnica dell’ITIS Delpozzo di Cuneo ha deciso di sperimentare accanto ai corsi tradizionali, una nuova impostazione curricolare che verrà chiamata “curvatura Domotica”. Questa nuova offerta formativa, ottenuta grazie alle norme sull’autonomia scolastica, è l’occasione che permette di sperimentare un nuovo modo di impostare la didattica.

Nel corso ci saranno più ore di laboratorio, una maggior attenzione alle lingue straniere, metodologie di problem solving per favorire l'analisi del problema in modo sistematico ed esperienze di project working per far sperimentare agli studenti ciò che è stato insegnato a livello teorico; con queste nuove metodologie didattiche gli studenti saranno favoriti nell’inserimento nei nuovi segmenti lavorativi di eccellenza e saranno sicuramente i migliori tecnici del domani

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore