/ Monregalese

Spazio Annunci della tua città

In ottime condizioni! Includo bauletto e 2 caschi taglia M e S. Visibile a Pinerolo. Per info contattatemi al n....

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Monregalese | mercoledì 11 gennaio 2017, 08:03

Tre pregiudicati arrestati per vari reati dai carabinieri in provincia di Cuneo

Arresti a Mondovì e Savigliano per maltrattamenti in famiglia, guida in stato d’ebbrezza e possesso di arnesi atti allo scasso

Immagine di repertorio

I Carabinieri della provincia di Cuneo hanno arrestato, nella giornata di ieri (martedì), tre pregiudicati, in quanto colpiti da altrettanti provvedimenti di cattura emessi a loro carico dall’Autorità Giudiziaria perché resisi responsabili di vari reati.

A Mondovì, i militari hanno rintracciato ed arrestato il 40enne cuneese D.E. colpito da un ordine di arresto emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Torino per il reato di maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, una volta arrestato, è stato posto in regime di detenzione domiciliare presso una comunità di recupero del monregalese presso cui sconterà una condanna a 4 mesi di reclusione. Nel 2007 era stato denunciato per una serie di maltrattamenti e percosse subite dalla moglie.

I Carabinieri hanno arrestato anche un 25enne marocchino M.R., che vive a Savigliano, per guida in stato d’ebbrezza. Per quel reato, da lui commesso nel 2011 a Savigliano quando venne fermato dai carabinieri su strada alla guida di un’auto ubriaco, ora dovrà scontare 10 giorni di arresti domiciliari in casa sua.

Sempre a Savigliano i carabinieri hanno arrestato il 61enne pregiudicato del luogo U.B. ricercato perché su di lui gravava un provvedimento d’arresto della Procura della repubblica di Forlì per possesso di arnesi atti allo scasso, commesso nella città romagnola nel 2013. Ora dovrà scontare 5 mesi ai domiciliari.         

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore