/ Saluzzese

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Saluzzese | mercoledì 11 gennaio 2017, 09:01

Il “grazie” dei Vigili del fuoco di Barge a quanti supportano le attività del distaccamento

Il supporto della popolazione è indispensabile, ogni qual volta si parli di associazioni che si fondano sul volontariato

Il materiale donato

La vicinanza ed il supporto della popolazione è indispensabile, ogni qual volta si parli di associazioni che si fondano sul volontariato.

Lo è ancor di più, non ce ne voglia nessuno, quando si tratta di associazioni pronte ad intervenire ogni qual volta ce ne sia bisogno, in caso di problemi di salute o di incolumità pubblica.

Oggi parliamo dei Vigili del fuoco volontari di Barge, che nel corso di questo ultimo periodo hanno ricevuto un sostegno non indifferente dalla popolazione e da alcune imprese del territorio.

Sostegno che si è trasformato in acquisto di attrezzatture, anche all’avanguardia, nell’ottica di un sempre migliore servizio.

Tutta il materiale in dotazione ai pompieri è custodito presso il distaccamento di via Fiorita, guidato da Nicolò Galaverna, ed è frutto anche dell’esistenza (e dell’operato) di due associazioni “collaterali” al Corpo dei Vigili del Fuoco: l’Associazione dei Pompieri della Valle Infernotto Onlus e l’Associazione nazionale dei Vigili del fuoco volontari, delegazione di Barge.

Ecco quindi che sui mezzi del 115 bargese troviamo una “termocamera”, in grado di rilevare la temperatura della zona inquadrata, una sacca “Saf” (speleo-alpino-fluviale) con all’interno attrezzatura per interventi in ambiente ostile, un “esplosimetro” in grado di rilevare la presenza di diversi tipi di gas, un motoventilatore per areare locali saturi dalla presenza di fumo ed un modulo antincendio boschivo.

Vogliamo ringraziare tutti i donatori, la popolazione che devolve il 5 per mille, ed in particolare l’azienda Itt, sempre pronta ad aiutare economicamente il distaccamento e a rendere sempre più operativi i nostri mezzi” dicono dal distaccamento.

Al tempo stesso, sta per prendere il via il progetto di raccolta fondi per un nuovo automezzo “Aps” (auto-pompa-serbatoio) nell’ottica di migliorare anche il parco mezzi dei Vigili del fuoco, che oggi può contare su due “Aps” e su due “Defender, di cui uno attrezzato per spegnimento di incendi boschivi. 

Un traguardo importante, quello dell’acquisto di un nuovo camion, al quale è chiesto l’aiuto di tutto il territorio (istituzioni comprese).

Lo stesso territorio sul quale, nel 2016, i 24 volontari iscritti al distaccamento del 115 hanno svolto più di 250 servizi, sia sulla propria zona di competenza (Barge, Bagnolo, Envie e Paesana) che sull’intera Valle Po.

 

 

 

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore