/ Scuole e corsi

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | mercoledì 11 gennaio 2017, 12:03

Alberghiero di Dronero promosso a pieni voti dall’eduscopio della Fondazione Agnelli

Per percentuale di ex allievi occupati e coerenza tra lavoro e studi. Premiato con una targa da Confindustria

Rappresentanza dell'alberghiero di Dronero a Venaria con 5 chef stellati

Per l’eduscopio della Fondazione Agnelli, che mette a confronto le scuole superiori in sette regioni italiane per come preparano agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma, l’alberghiero "Virginio Donadio" di Dronero, è il migliore in assoluto del settore per la provincia di Cuneo, tra i migliori del Piemonte nella categoria degli istituti professionali dei servizi.

"Per l’eccellenza della preparazione degli studenti nel mondo dell’Università e del lavoro", si legge sulla targa è stato premiato nella serata di auguri di Confindustria al teatro Toselli, dal presidente Franco Biraghi.

La comparazione tra le scuole (sono 6 mila quelle messe a confronto) viene proposta sulla base di indicatori fondamentali, tra cui la percentuale di diplomati “occupati” che in questo istituto è dell’80 per cento.

Viene valutato inoltre il tempo d’attesa per il primo contratto significativo,  che per gli ex allievi del Donadio si attesta su dati molto positivi: a due anni dal diploma il 24,2 per cento ottiene un contratto a tempo determinato e il 41,2% un contratto permanente o di apprendistato.

L’alberghiero dronerese è primo anche per la coerenza tra studi fatti e il lavoro svolto: più del 65 per cento degli ex allievi, a due anni dal diploma, fa il lavoro per cui ha studiato.

V.B.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore