/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | venerdì 13 gennaio 2017, 17:15

Dopo i mugugni, i 5 Stelle confermano: “A Cuneo avanti con Isoardi”

Il consigliere regionale Mauro Campo non nega alcune conflittualità interne, che sono state il motivo della riunione di mercoledì. Ma ribadisce che il candidato sindaco avrebbe potuto essere messo in discussione solo se fosse stato lui stesso a fare un passo indietro

Se davvero qualcuno, tra i militanti “grillini”, voleva fare le scarpe a Manuele Isoardi, deve rassegnarsi e prendere atto che la partita è chiusa. E se proprio ambiva a quel posto – la candidatura a sindaco di Cuneo – avrebbe dovuto attivarsi a tempo debito, cercare consensi prima del voto assembleare e non mugugnare oggi, perché le geremiadi odierne arrivano fuori tempo massimo. Torna il sereno (o quasi) nel cielo pentastellato cuneese dopo che da più parti si era parlato di tentativo di golpe, a margine della riunione di mercoledì sera. Il consigliere regionale Mauro Campo respinge l’insinuazione che si sia trattato di un colpo di mano e derubrica la riunione a normale confronto interno.

Isoardi ha affermato al nostro giornale che si sente a tutti gli effetti il candidato sindaco, dal momento che la sua designazione è avvenuta col crisma della regolarità. Che cosa ne pensa?

“E’ così. Non avrebbe senso rimettere tutto in discussione, a meno che non fosse stato lo stesso Isoardi a decidere di voler fare un passo indietro. Ho visto che nell’intervista rilasciata a Targato ha ribadito che vuole andare avanti, quindi il problema non si pone”.

Con quali finalità lei aveva promosso la riunione mercoledì sera? Nelle premesse pareva che si dovessero riaprire i giochi….

“Si è trattato di un normale confronto dialettico interno, come avviene in tutti i gruppi. Erano emersi problemi interpersonali, incomprensioni, che, prima della preparazione della lista e della definizione del programma, andavano chiariti”.

Mi risulta che non siano mancati elementi di conflittualità. Non è così?

“Non lo nego. Qualcuno ha posto l’accento sulla scarsa operatività in municipio, qualcun altro sulla mancata relazione tra consigliere comunale e gruppo. E c’è anche chi ha fatto notare che la scelta del candidato sindaco è avvenuta in modo eccessivamente frettoloso e che meritava forse qualche approfondimento in più”.

Che idea si è fatto della situazione?

“Le ripeto: siamo in presenza di una normale dialettica interna. Nel centrosinistra mi pare stia succedendo ben di peggio, anche se credo che la pantomima si risolverà presto”.

Dice? In che senso?

“Non è affar mio né nostro, ma visto che Torino e Roma si trovano d’accordo sulla ricandidatura di Federico Borgna, mi sembra abbastanza ragionevole pensare che il circolo cuneese del Pd venga commissariato”.

Isoardi dice che i sondaggi a Cuneo vi danno intorno al 12%. I vostri avversari, in verità, temevano molto di più…

“Credo che possiamo fare di più. Già alle regionali eravamo intorno al 16. Comunque è saggio essere prudenti. Molto dipenderà dalla capacità di attrazione che riuscirà ad avere la nostra lista. E’ sempre faticoso comporre una squadra e redigere un programma che sia ambizioso e credibile al tempo stesso”.

Quali sono stati in conclusione – se è lecito saperlo - gli esiti di questo vostro incontro che ha dato adito alle voci più disparate?

“Andiamo avanti. Tutto è aperto: chi vuol candidarsi può farlo, chi vuole ritirarsi altrettanto. Chi vuol criticare ne ha il diritto. E chi vuol dare una mano sappia che è bene accetto”.

Giampaolo Testa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore