/ Scuole e corsi

Spazio Annunci della tua città

In ottime condizioni! Includo bauletto e 2 caschi taglia M e S. Visibile a Pinerolo. Per info contattatemi al n....

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | venerdì 13 gennaio 2017, 12:40

La scuola sta cambiando anche a Cuneo: zaino più leggero alle primarie di Tetto Canale e di corso Galileo Ferraris

Si punta a diventare una scuola "senza zaino", come conferma la dirigente del Comprensivo di Borgo San Giuseppe Bianca Maria Anigello. Avviata in questa direzione anche la scuola Luigi Einaudi di corso Galileo Ferraris

Disegno realizzato dagli alunni della quinta classe della scuola di Tetto Canale

Non vogliono ancora parlare di "senza zaino", ma lavoreranno, fin dal prossimo anno scolastico, per alleggerirlo. Parliamo delle insegnanti di Tetto Canale, primaria alle porte di Cuneo, che hanno deciso di muoversi nella direzione di una scuola diversa. Inizieranno la formazione, in rete con altri istituti della provincia, per cambiare già dal prossimo anno scolastico, le cui iscrizioni prenderanno il via il prossimo 16 gennaio. Il progetto riguarderà l'intera scuola, dalla prima alla quinta classe. 

"ALLA SCUOLA PRIMARIA DI TETTO CANALE LO ZAINO É PIÙ LEGGERO! Una scuola con lo zaino più leggero per imparare a CONDIVIDERE e RESPONSABILIZZARSI… Dove i verbi scrivere, ascoltare, parlare e leggere si coniugano con esplorare, costruire, fare e sperimentare… Dove ognuno nella sua globalità ricerca, lavora e fatica per crescere con gli altri!!", si legge sul sito.

A confermarlo la dirigente dell'istituto comprensivo dell'Oltregesso, Bianca Maria Anigello, che può vantare di essere stata tra i primi, in provincia di Cuneo, a credere nel cambiamento della scuola pubblica. Già la scorsa primavera il suo istituto ha cominciato a muovere i primi passi in direzione di "senza zaino". Ad ottobre le "sue" docenti hanno partecipato ad un incontro con un formatore, Giorgio Borrometi, lo stesso che, il 4 ottobre scorso, ha parlato di fronte ad una platea di circa 200 tra genitori ed insegnanti di Cuneo e dintorni. Entusiasmando tutti. 

"Dopo l'incontro con Borrometi, le maestre di Tetto Canale hanno manifestato la volontà e il desiderio di iniziare con la sperimentazione. Sarà un percorso lungo, per questo preferisco parlare, per ora, di zaino più leggero. "Senza zaino" è un marchio e, prima di acquisirlo ci vuole la formazione, oltre ad un arredamento specifico. Ma l'obiettivo è di arrivarci. Saremo in rete anche con altri istituti, soprattutto per abbattere i costi. Ma la cosa principale è che ci siano insegnanti motivati: questo a Tetto Canale c'è. Le insegnanti ci credono", ci conferma la dirigente. 

Che tiene a sottolineare una cosa: "Senza zaperlo, le mie insegnanti già da anni mettono in pratica molti aspetti di "senza zaino", puntando al cooperative learning o al non dare i voti ai bambini di prima. Questo percorso nella direzione di "senza zaino" può servire a strutturare e formalizzare qualcosa che in realtà esiste già. Molte insegnanti, da anni, stanno sperimentando nuove metodologie didattiche, in base alla loro sensibilità o esperienza. Il percorso che sta per iniziare permetterà di muoversi più consapevolmente".

Ricordiamo che il prossimo 16 gennaio la dirigente presenterà l'offerta scolastica per la primaria durante l'incontro in programma alla scuola media di Borgo San Giuseppe, in via Rocca de Baldi, a partire dalle 18.

Anche alla primaria di corso Galileo Ferraris, a Cuneo, l'intenzione è di muoversi in direzione di "senza zaino". "Stiamo approntando tutti i passi necessari - conferma la dirigente Patrizia Venditti. Il prossimo 23 gennaio ci sarà un incontro con il formatore Giorgio Borrometi, al quale parteciperanno tutte le insegnanti dell'istituto ma, volendo, aperto anche a quelle di altre scuole. Non voglio creare nessuna falsa speranza, perché il percorso è lungo, bisogna fare la formazione e bisogna entrare nella rete delle scuole "senza zaino", prima di potersi fregiare del marchio. Ma l'intenzione c'è". La presentazione dell'offerta formativa è in programma il 19 gennaio alle 18.15. Senza zaino verrà sperimentata in una sezione di prima elementare, con l'intenzione di coinvolgere anche una seconda e una terza.

 

barbara simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore