/ Fossanese

Fossanese | venerdì 17 febbraio 2017, 09:14

L'educazione finanziaria legge dello Stato. Ghisolfi: "Rapporti più sereni fra banche e cittadini, grazie al Parlamento e al Senatore Marino"

Soddisfazione per la decisione parlamentare di rendere "istituzionale" l'educazione finanziaria nell'ordinamento giuridico e scolastico italiano

Beppe Ghisolfi

"Un rapporto più sereno e consapevole fra Istituti di credito e Cittadini investitori e risparmiatori".

Così Beppe Ghisolfi, presidente di Banca Crf e vice nazionale dell'Acri, definisce lo strategico obiettivo del decreto salva risparmio, per la norma relativa all'educazione finanziaria, divenuta definitiva legge dello Stato a seguito della definitiva conversione in legge del provvedimento governativo.

Ghisolfi, in una dichiarazione rilasciata alla prestigiosa Agenzia informativa nazionale Ansa, ha commentato molto favorevolmente la decisione parlamentare di rendere "istituzionale" l'educazione finanziaria nell'ordinamento giuridico e scolastico italiano.

"Un risultato reso possibile da un'ampia convergenza - dichiara Ghisolfi - e dall'impegno del senatore torinese Mauro Maria Marino, presidente della commissione finanze di palazzo Madama che nuovamente ringrazio, con la propria proposta di emendamento istitutiva della strategia nazionale dell'educazione finanziaria".

Strategia a cui verrà dedicato uno stanziamento iniziale di un milione di euro che sarà gestito attraverso uno specifico comitato di saggi designati a titolo civico e gratuito dalle varie realtà ministeriali e associative del mondo didattico, bancario e della programmazione economica.

Ghisolfi e Marino sono in costante contatto in vista della conferenza dedicata all'educazione finanziaria e ai nuovi collegamenti da Levaldigi fra Italia e Albania, prevista per domani, sabato, a Fossano a partire dalle ore 10, nel salone d'onore della banca.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore