/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | domenica 19 febbraio 2017, 11:16

"Manifestazioni che coinvolgano l'intera città": è questa la ricetta futura per lo sviluppo turistico di Cuneo

Per il sindaco Borgna il potenziale turistico dell'Altipiano, da piazza Torino a piazza d'Armi, è ancora da sperimentare fino in fondo

La scorsa settimana è stato presentato il calendario delle manifestazioni in programma per il 2017 a Cuneo. Ci sono tante conferme, qualche novità e alcune cose ancora in forse.

Ne abbiamo parlato con il sindaco Federico Borgna, che parla di una città, dal punto di vista turistico, decisamente in salute. “I numeri dell’Atl del Cuneese parlano chiaro: a Cuneo e dintorni il turismo è cresciuto negli ultimi anni di quasi cinque punti percentuali, con presenze che superano il milione. Cuneo è sempre di più una città attrattiva, per questo dobbiamo cercare di incentivare e promuovere maggiormente questo settore. Una prima ottima occasione ce la offrirà la Biteg, la Borsa internazionale del turismo enogastronomico che si svolgerà in San Francesco e piazza Virginio dal 27 aprile al 1° maggio e che porterà in citta oltre 40 tour operator provenienti da tutto il mondo, ma anche il calendario che abbiamo presentato guarda in questa direzione: offrire ai cittadini e anche a chi viene a trovarci, possibilità di svago e allo stesso tempo opportunità per ammirare e girare l’intera città”.

Sta parlando di eventi che interesseranno tutta Cuneo? “Sì, l’idea è quella. Torneranno infatti alcuni appuntamenti ormai tradizionali come “Degustibus” in piazza Galimberti e corso Nizza (27-28 maggio), il “Festival del Sorriso” in piazza Virginio (16-17 settembre), la Fiera del Marrone nel centro storico (13-15 ottobre) e poi il “Festival della Montagna”, “Arte in piazza” in piazza Boves; confermate anche l’Oktoberfest in piazza d’Armi, il Mercato Europeo in piazza Galimberti. Tra le novità: “Alpi in fiore” nel centro storico, in piazza Galimberti tre giorni di musica dal vivo e una messa per festeggiare i 200 anni della Diocesi. L’intenzione però è quella di puntare su un nuovo format di manifestazioni che coinvolga l’intera città con eventi diffusi su tutto l’Altipiano. Pensiamo ad esempio alla Grande Fiera d’Estate, in programma a giugno e che avrà il suo epicentro in piazza d’Armi, ma proseguirà in piazza Europa e piazza Galimberti”.

Quindi verrà interessata anche la parte alta della città? “Tutti insieme, amministrazione, comitati di quartiere e associazioni di categoria, stiamo cercando di inventare qualcosa di nuovo che coinvolga questa zona, con l’obiettivo di valorizzarla e portare nuova vitalità alla vigilia di un profondo lavoro di riqualificazione che nel prossimo futuro trasformerà piazza d’Armi in un grande parco urbano. L’area, di notevoli dimensioni, si presta perfettamente all’organizzazione di grandi eventi, lo abbiamo sperimentato durante l’Oktoberfest che ci ha permesso di evidenziare anche eventuali criticità e difficoltà che possono venirsi a creare durante manifestazioni che richiamano un gran numero di persone, ma adesso stiamo lavorando per organizzare e pianificare perché questi problemi non si ripetano”.

La promozione passerà solo attraverso eventi o manifestazioni? “No. Nelle prossime settimane verrà inaugurata la nuova area camper attrezzata che renderà Cuneo meta di un nuovo tipo di turismo, più accessibile e sostenibile. La posizione, nel cuore del Parco Fluviale, permetterà a chi ne farà uso di ammirare le bellezze del parco, di fare passeggiate in bicicletta o a piedi, insomma, di vivere la natura che ci circonda essendo in realtà a soli due passi dal centro”. Cuneo sempre più turistica? “La nostra città e il suo territorio hanno un buon potenziale di crescita nel settore turistico, che va sviluppato anche come porta verso le vallate per contribuire a promuovervi sviluppo e occupazione. Immaginare di far crescere questo settore vuol dire sostenere un sistema economico importante e creare nuovi posti di lavoro, cosa che in questo momento storico deve essere la priorità di tutte le persone che hanno una responsabilità amministrativa o politica”.

bs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore