/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | martedì 21 febbraio 2017, 15:09

Cuneo: giovane extracomunitario accusato di vendere stupefacenti agli studenti

L'imputato era stato arrestato il 6 aprile 2016 al Parco della Resistenza in flagranza di reato

 “Lo trovavamo sempre alla 'montagnola', e ci chiedeva se volevamo qualcosa”. Il diciassettenne si è presentato davanti ai giudici accompagnato dalla madre. Con un filo di voce ha testimoniato nel processo che vede imputato K.D, africano, accusato di spaccio aggravato.

Ho comprato hashish da lui 15 o 20 volte, pagando 5 euro per mezzo grammo”. Per il pm Attilio Offman l'imputato avrebbe spacciato droghe leggere ai ragazzini che uscivano dalla vicina scuola superiore e passavano dal Parco della Resistenza, a Cuneo.

Il giovane di colore era stato arrestato dai carabinieri in flagranza di reato il 6 aprile 2016, aveva appena venduto una dose ad un ragazzo: “Ci eravamo appostati nei pressi della 'montagnola' dopo alcune segnalazioni. Abbiamo visto un giovanissimo avvicinarsi ad un giovane africano. Dopo essersi parlati, gli ha consegnato del denaro. L'altro è andato a prendere un sacchettino nascosto dietro a un cespuglio e gliel'ha consegnato”.

Il presunto spacciatore era stato bloccato dopo aver cercato di allontanarsi in bicicletta, ed essersi disfatto di un sacchetto. All'interno i militari avevano trovato 30 grammi di marijuana e 90 grammi di hashish, già divisi in singole dosi. Nell'elenco chiamate del suo telefono erano registrati i numeri di cellulari di alcuni ragazzini.

Il processo è stato rinviato al 16 maggio. Il pm ha disposto per quella data l'accompagnamento coattivo di un giovane che, citato a comparire per testimoniare questa mattina, non si è presentato. Seguirà sentenza.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore