/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti assume autista professionista di bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 20 marzo 2017, 12:55

Panca pesi e vogatori per la sezione di alta sicurezza del carcere di Saluzzo

Consegnate dai garanti regionali e comunali al direttore. Si cercano altri attrezzi ginnici per dotare la palestra

Saluzzo, la garante comunale dei detenuti Bruna Chiotti, il direttore del carcere Morandi Giorgio Leggieri e il garante regionale Bruno Mellano

Alcune attrezzature ginniche per la palestra del nuovo padiglione di alta sicurezza del carcere "Morandi" di Saluzzo sono state consegnate giovedì scorso al direttore Giorgio Leggieri dalla garante comunale Bruna Chiotti e da Bruno Mellano, garante dei detenuti della regione Piemonte.

La nuova struttura è stata inaugurata all'inizio di dicembre. Due delle quattro sezioni previste sono ora attive con la presenza di circa un centinaio di reclusi, tutti del circuito penitenziario di Alta Sicurezza.

Da parte dei due garanti sin dal momento del taglio del nastro sono state sottolineate alcune gravi criticità: la mancanza di personale penitenziario aggiuntivo, la mancanza di attrezzature per la palestra e la mancata conclusione dei lavori sulla nuova cucina a servizio dell'intero carcere. Una priorità renderla funzionale, sottolineano, proprio in considerazione dell’aumento della  popolazione carceraria che ad oggi nella casa di reclusione saluzzese, supera le 350 persone  

I Garanti, dopo aver formalmente informato  delle problematiche strutturali direttamente il capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria e a seguito della visita ispettiva effettuata sabato 4 febbraio, hanno lanciato un appello pubblico per raccogliere attrezzi per iniziate ad attrezzare almeno la palestra.

I primi due attrezzi, una panca a pesi ed un vogatore, sono stati consegnati al direttore Giorgio Leggieri, giovedì scorso e l'appello è tuttora valido: chi avesse qualche strumento ginnico da donare può rivolgersi all'ufficio comunale del garante dei detenuti.

V.B.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore