/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | giovedì 20 aprile 2017, 17:31

Il primo reggimento artiglieria da montagna e la CPO premiano le donne “combattive” (GUARDA LA GALLERY)

Cerimonia in sala rossa, ieri mercoledì 19 aprile, a conclusione del 1° corso di difesa personale con l’Esercito

Si è tenuta ieri, mercoledì 19 aprile, presso la Sala Rossa del Comune di Fossano, la cerimonia di chiusura del 1° corso di difesa personale organizzato dal 1° reggimento artiglieria da montagna in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità del comune.

Abbiamo accolto con piacere questa sfida che si è stata proposta dal 1° reggimento - ha affermato l’assessore alle Pari Opportunità Cristina Ballario -. È stata una bella prova di collaborazione con la città. Inizialmente temevamo che ci sarebbero state poche adesioni, poi il numero è man mano aumentato e 17 donne tra quante si erano iscritte hanno portato a termine il percorso”.

Un percorso che è stato faticoso dal punto di vista fisico: i due istruttori, il caporalmaggiore capo scelto Tommaso De Carlo e il caporalmaggiore scelto Giuseppe Bitto non hanno fatto sconti contribuendo a creare l’attesa per l’appuntamento bisettimanale con le lezioni. L’impegno delle donne, di ogni età e forma fisica, che hanno partecipato al corso è stato premiato, oltre che con l’attestato formale, con una scheda di mantenimento della forma fisica acquisita studiato appositamente dai due istruttori per le corsiste.

La Commissione Pari Opportunità – ha spiegato la presidente Marina Manasi occupa di promuovere la cultura della parità in seno alla nostra società operando in vari ambiti. Quello con il primo reggimento è stato un confronto arricchente.

Fin dall’assunzione del comando ho puntato sulla collaborazione con le autorità civili e con il territorio perché l’esercito è una risorsa nazionale, ma può diventare anche una risorsa locale – ha detto il comandante del 1° Reggimento Artiglieria da Montagna colonnello Stefano Panoni -. Questo è uno dei primi progetti che giunge al termine, mentre altri sono in corso e altri ancora stanno per partire e devo dire che è stato un successo. Siamo aperti alle iniziative con il territorio per sviluppare un’ampia sinergia con le autorità e la popolazione locale”.

Tutto lascia immaginare che questo corso sarà solo la prima edizione di un percorso di continua relazione tra l’esercito di stanza a Fossano e i cittadini. Il comandante Panoni ha infatti lasciato aperta la porta a un nuovo corso, magari avanzato, per l’anno prossimo.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore