/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti assume autista professionista di bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 21 aprile 2017, 10:27

Costa: “Valutiamo formule di agevolazione o gratuità per ovviare ai disagi determinati dal crollo del viadotto di Fossano”

Il ministro per gli Affari Regionali scrive al presidente della Provincia Borgna invitandolo a riunire attorno ad un unico tavolo i soggetti interessati (Anas, Autostrade, Enti locali) per dare risposte a chi, dall’area braidese, ogni giorno deve raggiungere Cuneo

Il ministro per gli Affari Regionali Enrico Costa ha inviato ieri sera una comunicazione al presidente della Provincia Federico Borgna evidenziando i disagi causati alla circolazione stradale a seguito del crollo del cavalcavia di Fossano.

“Una situazione di difficoltà – spiega il ministro – soprattutto per coloro che dall’area braidese devono raggiungere il capoluogo e viceversa”.

“Riterrei utile – scrive il ministro dopo averne parlato con il sindaco di Bra, Bruna Sibillela convocazione di una riunione che coinvolga tutti i diversi soggetti interessati, a partire da Anas, Autostrade, Enti locali, al fine di far emergere soluzioni concrete per ovviare ai disagi, avviando anche una riflessione sul pagamento del pedaggio autostradale individuando formule adeguate di agevolazione o gratuità sulla tratta della A6 e della A33, strettamente necessarie ad evitare i disagi agli automobilisti”.

Costa si dice consapevole del fatto che esistono anche altri percorsi, non necessariamente autostradali, per raggiungere Cuneo dal braidese, “ma si tratta – osserva – di tragitti tortuosi e complessi specie per chi, ogni giorno, deve percorrere quel tratto sia all’andata che al ritorno”.

“Ho assunto qualche prima, sommaria informazione a livello ministeriale e ho costato – afferma il ministro – che ci sono stati precedenti analoghi di agevolazioni o gratuità in altre parti del Paese”.

E’ probabile che il “tavolo” richiesto da Costa, cui lui stesso ha assicurato la  presenza, venga convocato già ad inizio settimana.      

Giampaolo Testa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore