/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Marca Orsi 1.22 ottime condizioni telefonare ore pasti

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 17 maggio 2017, 14:20

Mondovì, erano stati fermati con arnesi da scasso: in due a processo

L'imputato: “Usavo quegli attrezzi per il mio lavoro da decoratore”

Nella notte dell'8 agosto 2015 una pattuglia dei carabinieri di Mondovì si era trovata davanti un furgone che viaggiava in corso Inghilterra ad una velocità piuttosto elevata, salvo rallentare improvvisamente. I cambi di andatura li avevano insospettiti. Dopo averlo fatto fermare, all'interno del cassone i militari avevano trovato guanti, una tenaglia e un piede di porco. L'uomo alla guida e il passeggero, portati in caserma, erano stati identificati come S.D.G. e G.C., entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio. I due sono a processo accusati di possesso ingiustificato di arnesi da scasso. G.C. aveva spiegato di lavorare come decoratore e che gli attrezzi li aveva dimenticati sul mezzo.

In tribunale ha testimoniato suo padre, confermando la versione del figlio: “Abito poco distante da corso Inghilterra. In quei giorni G. aveva aggiustato un tetto in legno a casa mia, gli arnesi trovati sul furgone gli erano serviti per inchiodare delle assi, altri pezzi li avevo forniti io”.

Il processo è stato rinviato al 26 gennaio 2018, per l'esame degli imputati e la discussione.


Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore