/ Alba e Langhe

Che tempo fa

Cerca nel web

Alba e Langhe | 23 maggio 2017, 09:17

“Sicurezza sulla strada e nelle scuole” del Lions Club Carrù-Dogliani

Conclusa la prima fase del progetto che ha coinvolto l’Istituto Comprensivo di Carrù in collaborazione con Polizia Stradale, Infermiere Volontarie e Banca Alpi Marittime,

“Sicurezza sulla strada e nelle scuole” del Lions Club Carrù-Dogliani

Martedì 16 maggio si è conclusa la prima fase del progetto “Sicurezza sulla strada e nelle scuole”, fortemente voluto dal Lions Club Carrù-Dogliani, che lo ha realizzato con la collaborazione del Comando provinciale della Polizia Stradale, dell’Ispettorato del Corpo delle Infermiere Volontarie della Cri di Mondovì, oltre che della Banca Alpi Marittime, dell’Istituto comprensivo “Oderda-Perotti”, del Comune e del responsabile della gestione del Teatro Vacchetti, tutti di Carrù. 

«Il progetto “Sicurezza nelle scuole e sulla strada” - ha spiegato Raffaele Sasso, officier del L.C. Carrù-Dogliani, che lo ha coordinato assieme al presidente Giorgio Colombo e ai soci Silvana Botto e Antonio Morra -  si è svolto in due momenti: prima con la Polizia Stradale, che sabato 13 maggio ha proiettato un filmato agli studenti di tutte le classi della Scuola Media carrucese, poi con la prima lezione (la seconda è programmata alla riapertura delle Scuole, a settembre) del corso tenuto dalle Infermiere Volontarie della Croce Rossa di Mondovì, agli insegnanti della Scuola Materna,  Elementare e Media dell’Istituto comprensivo di Carrù. 

La lezione della Polizia Stradale di Cuneo, sulla sicurezza, era rivolto agli studenti delle Medie e si è svolto con l’intervento del sostituto commissario Anna Drai, che con l’ausilio di alcune slides, ha mostrato il corretto comportamento da tenere su strada, soprattutto per chi utilizza motorini e biciclette. In particolare è stato proiettato un filmato che, realizzato come cartone animato, ha raccontato il dramma vissuto da un ragazzo che in un incidente di moto, pur senza alcuna colpa, ha perso entrambe le gambe.

È poi seguita, la lezione tenuta dalle Infermiere volontarie e svolta dalla vice ispettrice, Sorella Gisella Curti, che ha spiegato le norme da ricordare nel caso di richiesta di intervento di soccorsi e come soccorrere una persona colta da un malore. Nella seconda lezione, insegnanti e personale della Scuola, proveranno su un manichino, quanto spiegato verbalmente.


Il progetto si è svolto grazie al supporto della Banca Alpi marittime di Carrù».

Alla lezione della Polizia Stradale hanno partecipato, i vertici del Lions Club Carrù-Dogliani, il sostituto commissario Anna Drai, il vice dirigente dell’Istituto Comprensivo, Pier Franco Sciolla; il sindaco Stefania Ieriti, il consigliere della Bam, Giovanni Bracco e la vice ispettrice del Corpo delle Infermiere volontarie della CRI di Mondovì, Sorella Gisella Curti.


«Grazie a chi ci ha sostenuto nell’iniziativa - ha commentato il presidente del Lions Club Giorgio Colombo, intervenendo all’incontro con la Polizia Stradale - che ci ha permesso di svolgere un service che è stato particolarmente apprezzato, stante l’importanza che riveste l’argomento, voluto per fornire informazioni sia ai docenti, sia agli stessi allievi per apprendere le norme di sicurezza e di buon comportamento sulla strada».


Sono seguiti, da parte del coordinatore dell’iniziativa, Raffaele Sasso, i ringraziamenti alla Polizia Stradale e al suo comandante provinciale, vice questore aggiunto Franco Fabbri, alla Bam, al Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa, al Comune di Carrù, alla dirigente dell’Istituto di Carrù e al “gestore” della sala, Giorgio Pellegrino.

All’uscita gli studenti hanno avuto la possibilità di vedere e salire su due moto utilizzate dalla Polizia Stradale, nei servizi di controllo su strada.


cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium