/ Attualità

Attualità | 23 maggio 2017, 10:45

Il progetto del doposcuola in Valle Stura si conclude - e si rilancia - con una gita sul territorio con l'associazione Lou Viol

Fabrizio Biolè: "Il mio ringraziamento va ai numerosi partner dell'iniziativa e in primis alla Compagnia di San Paolo per il supporto economico. Ecco i progetti nei quali credo che l'essere "Unione" sia un valore aggiunto"

Fabrizio Biolè

Fabrizio Biolè

A conclusione dell'attività primaverile del progetto del doposcuola di valle "Stiamo tutti bene", finanziato dalla Compagnia di San Paolo, progetto realizzato dall'Unione Montana Valle Stura in collaborazione con l'Istituto Comprensivo Lalla Romano di Demonte, la cooperativa Emmanuele onlus, il Consorzio Socioassistenziale del Cuneese, la Pastorale giovanile e le associazioni locali, e rivolto agli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado della valle, è in programma mercoledì 31 maggio un'uscita, visita di istruzione e conoscenza del territorio in bassa valle.

Gli alunni della primaria dei plessi di Vinadio e di Piano Quinto di Roccasparvera, accompagnati dai volontari dell'Associazione Lou Viol, si incontreranno per un percorso che da Gaiola spazierà alla frazione Stiera - con la merenda offerta dal "Mulino delle Ortensie" - a Valloriate e alla frazione Maigre di Moiola, con la visita all'azienda agricola "Fiori dei Monti", che alleva un centinaio di vacche da latte producendo ottime tome.

Le attività del progetto, che sono state seguite principalmente da Francesco Belgrano, educatore della Cooperativa Emmanuele, da Maria Elena Rosso, dell'ufficio cultura dell'Unione Montana, da Anna Carducci , vicepreside dell'istituto Lalla Romano, e dall'Assessore Fabrizio Biolé, Sindaco di Gaiola, hanno dato buoni frutti in termini di intervento sull'abbandono scolastico e sulla socializzazione e l'integrazione degli alunni più socialmente marginali, tant'è che la probabilità di una continuità di partenariato con la Compagnia di San Paolo per l'anno scolastico 2017/2018 è quasi una certezza.

"Concludiamo, o meglio partecipiamo ad un rilancio per l'anno prossimo, il percorso con una passeggiata sul territorio, attività sulla quale prima di tutto, d'accordo con la dirigenza dell'Istituto Scolastico, dovremo concentrarci per una concreta educazione e ri-educazione alla cittadinanza e un recupero sano dell'appartenenza dei nostri ragazzi" spiega Fabrizio Biolé. "Il mio ringraziamento va ai numerosi partner dell'iniziativa e in primis alla Compagnia di San Paolo per il supporto economico. Ecco i progetti nei quali credo che l'essere "Unione" sia un valore aggiunto!"

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium