/ Eventi

Eventi | 23 maggio 2017, 12:48

Saluzzo, “La prima cena canonica”: comicità ad alto tasso al teatro civico

Giovedì 25 maggio l’ultima data del tour dello spettacolo di Filippo Bessone e Claudio Dadone. Prenotazione biglietti in corso

Saluzzo, "La prima cena canonica"

Saluzzo, "La prima cena canonica"

“L’ultima cena fu un magone, così noi abbiamo incominciato dalla prima”. Con questa premessa si annuncia giovedì 25 maggio alle 21, al teatro civico Magda Olivero l’ultima replica stagionale dello spettacolo “La prima cena canonica” di Filippo “Pippo” Bessone e Claudio Dadone.

In scena le divertenti e fantasiose canzoni con le “parabole” di Padre Filip, finto prete di un ordine che non esiste, accompagnato dal fedele Padre Iork che duetta con lui in una sorta di improvvisazione studiata, da un chierichetto che segue e serve i due “prelati”, dall’orchestra Bluette e dall’ospite Ugo Giletta, artista e regista saluzzese che interagirà con gli attori.

Lo spettacolo nasce e si sviluppa dall’idea di rappresentare con comicità ed ottimismo la bontà della natura umana, rivalutata in tutti i suoi aspetti. Il palcoscenico è allestito con un tavolo elegantemente imbandito attorno al quale siedono in grande convivialità e interagiscono tra loro gli attori e i musicisti.

Padre Filip guida la serata con le sue canzoni e le sue parabole, in verità storielle comiche di stampo laico che sceglie dal breviario che porta sempre con sé: citazioni storiche e letterarie inframmezzano l’enunciazione delle parabole, offrendo spunti per attimi di comicità ma anche di riflessione.

Una sorta di teatro-canzone che alterna storie cantate a monologhi comici recitati, il tutto condito da melodie originali. Sullo sfondo vengono proiettate, come legame al tema “mangereccio” della scenografia ma anche e soprattutto al tono satirico dello spettacolo, grandi immagini che raffigurano Gargantua e Pantagruel, i celebri giganti dei romanzi di Francois Rabelais, citando il quale si può dire che nel prendere parte a questo spettacolo “non si troverà né male, né infezione; meglio è di risa che di pianto scrivere, che rider soprattutto è cosa umana”.

Sul palco con Filippo Bessone ( padre Filip), Azio Citi (padre Iork), Luca Occelli (il chierichetto) con l’orchestra Bluette  diretta da Claudio Dadone, composta da Daniele Trucco, Lillo Dadone, Benjamin Newton e Joe Vacchetta.

Biglietto 20 euro. Prenotazioni: 3356838553 

V.B.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium