/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 19 giugno 2017, 14:33

Migranti, profughi, richiedenti asilo: domani (19 giugno) anche la Granda festeggerà la loro "giornata mondiale"

Istituita nel 2001 per i 50 anni della definizione dello status di "rifugiato", potrebbe essere un'ottima occasione per toccare con mano la questione socialmente più importante del nostro presente e futuro

Foto generica

Alzi la mano chi sa che cosa sia il "Global Compact For Refugees". Non prendetevela se immagino di vederne poche: anche io ho dovuto informarmi per qualche minuto in merito via web.

A parte tutto si tratta di un accordo tra gli stati membri delle Nazioni Unite che verrà discusso (e, idealmente, approvato) il prossimo 19 settembre a New York, e vede al centro del dibattito non solo le condizoni ormai non più sottovalutabili di migranti, profughi e richiedenti asilo del mondo ma anche e soprattutto l'individuazione di una strategia comunitaria (e qui è proprio il punto forte della discussione) per rendere l'accoglienza una realtà concreta, per dividere finalmente la responsabilità tra tutte le nazioni aderenti.

A New York, però, non ci andranno solo rappresentanti politici e capi di stato. Ci saranno anche diversi membri della UNCHR (l'agenzia delle Nazioni Unite dedicata all'accoglienza dei rifugiati), che presenteranno le firme della petizione #WithRefugees: lanciata il 20 giugno 2016 e sostenuta da molte personalità pubbliche, l'iniziativa ha raccolto in questo momento 1.514.620 firme totali.

La data di lancio dell'iniziativa non è casuale.

Il 20 giugno di ogni anno, infatti, si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Rifugiato, la cui prima edizione è stata deliberata il 4 dicembre 2000 in occasione del 50° anniversario della firma della Convenzione del 1951 relativa alla definizione effettiva dello status di "rifugiato".

In Granda, lo ricordiamo, il numero di migranti (secondo dati dello scorso febbraio 2017) si attesta sulle 2077 unità, divise in 75 comuni sui 250 esistenti, e l'impatto sociale della questione accoglienza viene percepito di giorno in giorno come più serio e pesante, come dimostra il recente "caso" scoppiato nella frazione cuneese di Roata Canale; la Giornata Mondiale, i suoi eventi, e la petizione #WithRefugees, che si propongono di sensibilizzare l'opinione pubblica, potrebbero essere buone opportunità per "toccare (davvero) con mano" la questione.

s.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore