/ Scuole e corsi

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | lunedì 19 giugno 2017, 13:23

Tanta emozione per il concorso letterario in ricordo di Clara al liceo di Mondovì

Due gli studenti premiati: per loro un assegno di 400 euro

Si è svolta sabato 10 giugno, all’Istituto “Vasco-Beccaria–Govone di Mondovì, la  premiazione del Concorso letterario di poesia e prosa istituito dal Liceo in memoria di Clara Messuerotti, ex allieva del Linguistico, scomparsa tragicamente, a 20 anni, il 1° gennaio 2017.

Il concorso, riservato agli allievi del Liceo linguistico, prevedeva la stesura di un testo, in prosa o in poesia, sui versi della lirica di Victor Hugo “Bonjour, mon petit père”, e ha visto la partecipazione di molti alunni di classi e età diverse. Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti la dirigente scolastica, Donatella Garello,  ex-docenti, ex-compagni di classe di Clara e gli allievi delle classi coinvolte nell’iniziativa.

Particolare commozione ha accompagnato il ricordo di Clara, ragazza solare e di grande sensibilità, allieva brillante al Liceo linguistico prima e all’Università di Chambery poi, la cui scomparsa ha lasciato un vuoto profondo nei  suoi docenti, nei compagni, ma anche in chi, più giovane, aveva avuto modo di conoscerla a scuola. Emozionante anche la lettura, da parte degli autori, dei testi premiati: ”The unborn” di Luigi Cordasco, per la lingua straniera e “Quattro fermate” di Bianca Jacod, per la lingua italiana. A loro sono andati i premi di 400€ ciascuno.

La scrittura, specchio dell’anima, è stata apprezzata dai giovani studenti che hanno dimostrato, con i loro lavori, come essa sia ancora un veicolo attuale, in grado di esprimere, più di ogni altro strumento, sentimenti ed emozioni.  

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore