/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | martedì 20 giugno 2017, 14:45

Omicidio di Limone, ad ottobre gli esiti della perizia psichiatrica per il giovane che si è autoaccusato di aver ucciso la donna

Venerdì l’udienza davanti al Tribunale del Riesame per la richiesta di scarcerazione avanzata dal suo legale

Samuele Viale

Ha voluto esserci anche lui questa mattina  a Cuneo davanti al gip Emanuela Dufour nell’udienza per il conferimento degli incarichi ai consulenti delle parti, che eseguiranno la perizia psichiatrica in sede di incidente probatorio.

Samuele Viale, accusato dell’omicidio volontario di Giuseppina Casasole, la donna 60enne originaria di Viterbo deceduta lo scorso 30 maggio dopo essere precipitata da un pendio in località Vallone San Giovanni, a Limone Piemonte, è un ragazzino minuto, dimostra meno dei suoi 19 anni.

Dal 7 giugno è rinchiuso nel carcere “Le Vallette” di Torino dopo aver confessato di aver ucciso, sferrando un violento calcio alla schiena, la donna che stava passeggiando con il suo cane. Durante la confessione il diciannovenne aveva detto di aver agito sotto l’effetto di Lsd, indotto da voci che ancora continuerebbe a sentire.

Lo psichiatra Alessandro Jaretti di Torino è stato incaricato consulente per la difesa, il dottor Enrico Bessone invece è il ctp per il pm Carla Longo. Per Luca Ritzu, l’avvocato di Samuele, la perizia psichiatrica è fondamentale per determinare se il ragazzo fosse capace d’intendere e di volere, sia al momento del fatto, sia quando si è autoaccusato, oltre che per la capacità di stare in giudizio in tutte le fasi processuali.

Le operazioni peritali inizieranno il 18 luglio, termine per il deposito delle relazioni il 18 ottobre, che saranno discusse il 24.

Venerdì è stata fissata l’udienza davanti al Tribunale del Riesame per rivedere la misura cautelare: “Lui vuole andar via dal carcere torinese”, ha commentato l’avvocato Ritzu. Gli unici elementi per i quali si trova detenuto si basano esclusivamente sulle sue dichiarazioni. Il ragazzo è ancora confuso e sta assumendo farmaci”.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore