/ Saluzzese

Che tempo fa

Cerca nel web

Saluzzese | giovedì 22 giugno 2017, 12:30

Saluzzo punta sulla sicurezza: in arrivo 12 telecamere che “presidieranno” tutti i maggiori varchi di accesso alla città

In Consiglio comunale approvata la variazione di bilancio per i primi due occhi elettronici, al confine con Manta. Operazione da 230mila euro. Il vicesindaco Demaria: “Soddisfatte le richieste dei Carabinieri”

L'ex strada statale "dei Laghi di Avigliana", al confine tra Saluzzo e Manta

230mila euro per dotare i varchi di accesso alla città di “occhi elettronici”.

Ieri sera (mercoledì) il Consiglio comunale di Saluzzo ha approvato la variazione di bilancio che stanzia i primi 16mila euro per far partire il progetto di videosorveglianza, inserendo i primi lavori nel programma di opere pubbliche.

Il progetto preliminare dell’operazione è stato  illustrato durante l’assise dal vicesindaco Franco Demaria.

I primi due accessi “videocontrollati” saranno quelli al confine con il vicino comune di Manta.

Dal momento che il progetto coinvolgerà anche paesi limitrofi – ha spiegato Demaria – abbiamo stipulato un accordo con Manta per evitare impianti doppioni, avendo gli accessi in comune”.

Le prime telecamere sorgeranno quindi sull’ex statale “dei Laghi di Avigliana” e in via Bodoni.

Gli apparecchi “intelligenti” saranno in grado di leggere tutte le targhe dei veicoli in transito, dando un primo responso su copertura assicurativa, collaudo e – eventualmente – segnalando se l’auto è rubata.

Mentre i dati di tutte le altre telecamere conferiranno presso un ripetitore sulla Torre civica cittadina, rimanendo poi a disposizione delle forze dell’ordine, quelle al confine con Manta invieranno le immagini su un’antenna in territorio mantese. Nulla cambia per ciò che riguarda l’accesso a quanto registrato da parte delle forze di Polizia.

Carabinieri, Polizia stradale e Polizia locale – ha aggiunto Demaria – potranno posizionarsi con un tablet nei pressi delle videocamere per avere in tempo reale i dati sui veicoli che transitano loro davanti. Abbiamo optato per questo sistema su richiesta specifica dell’Arma: ben vengano le telecamere anche nel centro, ma ci è stato detto che per garantire la sicurezza è fondamentale avere occhi elettronici soprattutto sui varchi di accesso.

In via Bodoni saranno particolarmente utili anche considerato i molti episodi di furto che si sono registrati”.

Il sistema di videosorveglianza, in futuro, coprirà anche gli accessi di via Pinerolo, via Savigliano, via Lagnasco, via Villafalletto, via Torino, via Scarnafici, via Revello e via Pagno.

 

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore