/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 12 luglio 2017, 10:03

Valeo di Mondovì potrebbe cedere parte dello stabilimento alla Raicam

Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione dell'azienda

Nel contesto dell’acquisizione di FTE da parte di Valeo, la Commissione Europea ha espresso dubbi relativi al mercato degli attuatori idraulici passivi visto il Regolamento della Commissione Europea sulle fusioni. Di conseguenza, Valeo sta prendendo in considerazione la cessione del suo business di attuatori idraulici passivi, con lo scopo di ottenere l’approvazione dell’acquisizione di FTE da parte della Commissione Europea.

Valeo ha quindi cercato la migliore soluzione possibile per i suoi impiegati e i suoi clienti, al fine di trovare un acquirente adatto per questo business.

In quest’ottica, Valeo ha avviato delle discussioni con Raicam, fornitore di ricambi per auto italiano, specializzato in sistemi di frizione e frenata sia per il mercato di equipaggiamenti originali che per il mercato dei ricambi. Tali discussioni hanno portato ad un solido progetto di acquisizione, che sarà comunque soggetto ad una preventiva consultazione con i consigli di fabbrica, e che richiederà l’approvazione della Commissione Europea nell’ambito della revisione del progetto FTE.

Nel 2016, il business di attuatori idraulici passivi di Valeo ha generato un fatturato pari a 76 milioni di euro. Attualmente impiega poco più di 400 impiegati in tre siti industriali a Mondovì, Italia, il sito principale, a Gemlik, Turchia, e Nanjing, Cina. Il piano di creare un’area di mercato in India, progetto in preparazione da tempo, dovrà essere attuato da Raicam nel Nordovest dell’India.

L’acquisizione di FTE è comunque soggetta alla preventiva approvazione formale da parte della Commissione Europea.

Se Valeo otterrà il via libera per la transazione FTE, la cessione in oggetto potrebbe essere finalizzata nel quarto trimestre del 2017.

Il gruppo Valeo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore